"Accoglienza che cura", Bisio e Littizzetto lanciano la raccolta fondi per Casa Oz

E' il secondo anno consecutivo

Per il secondo anno consecutivo Claudio Bisio e Luciana Littizzetto, sono testimonial della campagna patrocinata da Pubblicità Progresso a favore di Casa Oz. Dal 17 marzo al 13 aprile sarà possibile sostenere l’associazione torinese fondata da Enrica Baricco, che accoglie e accompagna i bambini e i loro nuclei familiari quando si trovano a vivere l’esperienza della malattia e della disabilità, qualunque essa sia. 

Come aiutare

Si potrà inviare un sms del valore di 2 euro al numero solidale 45583 da cellulare personale Wind Tre, Tim, Vodafone, PosteMobile, iliad, Coop Voce e Tiscali; oppure 5 euro da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile; oppure 5 o 10 euro da rete fissa Tim, Vodafone, Wind Tre, Fastweb e Tiscali. Grazie alla generosità delle persone, attraverso la raccolta fondi, CasaOz intende promuovere il progetto “Accoglienza che cura”, che ha l’obiettivo di offrire sostegno e assistenza alle famiglie che giungono a Torino, da ogni parte d’Italia e del mondo, per curare la malattia di un figlio, prendendosene cura e facendole sentire “a casa”. 

Sostegno alle famiglie che vengono da lontano

Dall’inizio della sua attività nel maggio del 2007 ad oggi sono state aiutate oltre 2.200 persone: bambini, adulti, nuclei familiari provenienti da 42 paesi diversi (in particolare dall’Italia, dall’Europa dell’Est e dall’Africa), con un totale di più circa 70.000. Le attività, infatti, non si rivolgono solo alle famiglie localizzate a Torino, sede dell’associazione, ma anche a quelle che si recano per cure mediche al Regina Margherita, polo ospedaliero di riferimento nel panorama pediatrico italiano e si devono trattenere in città per periodi più o meno lunghi.

“La malattia di un figlio è uno dei momenti più difficili della vita – dichiara Enrica Baricco, Presidente di CasaOz – Da oltre 10 anni aiutiamo le famiglie a ritrovare la “normalità” e uscire dall’isolamento sociale a cui la malattia porta. Abbiamo ancora bisogno del sostegno e della generosità di tutti per permettere a un bambino di essere un bambino e basta”.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Il coronavirus si porta via il mago della scientifica a soli 60 anni: polizia in lutto

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

  • Auto contro moto sull'ex statale: morto il centauro

Torna su
TorinoToday è in caricamento