Attualità

34 Bandiere arancioni in Piemonte: località premiate per le qualità turistico-ambientali

5 nel Torinese, l'ultima premiata è Usseglio

Il Touring Club Italiano, in collaborazione con la Regione Piemonte, ha appena assegnato, in occasione della VII° edizione della manifestazione, la Bandiera arancione a Usseglio. Oltre a Moncalvo (At) e Limone (Cn), anche il piccolo comune in provincia di Torino, nella Valle di Viù, ha ricevuto il riconoscimento che certifica e promuove i borghi con meno di 15mila abitanti eccellenti nell'entroterra.

La Bandiera arancione è un vero e proprio marchio di qualità turistico-ambientale ed è pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita: viene assegnata alle località che godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio e che offrono al turista un'accoglienza di livello. Salgono così a 34 le Bandiere arancioni in PIemonte: 5 nel Torinese - Agliè, Avigliana, Fenestrelle, Usseaux e l'ultima, Usseglio -, 2 nell'Astigiano e 12 in provincia di Cuneo. 

"Questo riconoscimento - ha commentato l'assessora alla Cultura e al Turismo della Regione, Vittoria Poggio - mette in evidenza quanto il Piemonte sia ricco di un importante patrimonio culturale, architettonico ed enogastronomico che non si limita ai circuiti turistici tradizionali, ma coinvolge anche i borghi diffusi su tutto il territorio. Una caratteristica che è un punto di forza per la nostra Regione ed è il risultato di un importante lavoro di valorizzazione fatto fino ad oggi". 

Soddisfatto del riconoscimento anche il sindaco di Usseglio Pier Mario Grosso:

"E' un traguardo che Usseglio ha perseguito con determinazione, sistematizzando e riorganizzando le diverse opportunità che il territorio offre. L'esiguo numero di abitanti corrisponde a un'estensione territoriale molto grande che permette una diversificazione di aspetti della natura e di attività che altri luoghi non possiedono". 

Da alcuni anni Usseglio comincia a essere conosciuta anche all'estero: sono sempre più numerosi svizzeri, tedeschi, olandesi che attraversano le montagne o addirittura raggiungono il paese in mountain bike. "La Bandiera arancione è un traguardo importante - ha commentato il sindaco Grosso - ma è anche un punto di partenza, per aumentare la visibilità del paese e per fare in modo che un numero sempre più elevato di persone possano soggiornarvi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

34 Bandiere arancioni in Piemonte: località premiate per le qualità turistico-ambientali

TorinoToday è in caricamento