menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il flash mob a Perosa Argentina, davanti all'Unicredit

Il flash mob a Perosa Argentina, davanti all'Unicredit

Bancomat vuoti e banche chiuse per il virus nei paesi di montagna: "Come facciamo senza contanti?"

La protesta dell'Uncem

Banche chiuse e bancomat vuoti. L'emergenza sanitaria da Covid-19 lascia senza contanti gli abitanti dei comuni montani. E' questa la denuncia di Uncem - Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani - dopo aver ricevuto, nei giorni scorsi decine di lettere di sindaci indignati per la situazione. Gli istituti bancari, senza avvisare preventivamente le amministrazioni locali e i clienti, hanno chiuso le loro sedi e non caricano i bancomat, lasciando così la gente in seria difficoltà. 

Il flash mob dei sindaci

Ieri, lunedì 6 aprile, i sindaci di Pomaretto e Perosa Argentina - attrezzati di mascherine e rispettando le distanze di sicurezza - sono scesi in piazza per protestare e a seguire l'esempio, nei prossimi giorni e se la situazione non si sbloccherà, saranno anche altri amministratori, insieme a Uncem. 

Con alcuni rappresentanti di Associazioni locali, Nadia Brunetto e Danilo Breusa, davanti alla filiale Unicredit di Perosa, Valle Chisone, hanno messo in atto un flash mob che ha denunciato la grave situazione lasciata dalla banca multinazionale, penalizzando cittadini e imprese. Giù le serrande e atm vuoti, cassette di sicurezza bloccate.

Nessuna risposta dalle banche

"Una manifestazione dei Sindaci semplice ma efficace - commenta Marco Bussone, Presidente Uncem - Mentre Abi ha risposto alle lettere Uncem dicendo che potrà fare poco in merito a queste rimodulazioni nelle filiali, dalle banche nessuna risposta. È molto molto grave. Unicredit latita. Domani (oggi 7 aprile, ndr) risolleciterò tutti i Presidenti e gli Ad di Unicredit e dei grandi gruppi italiani bancari, insieme alla Banca d'Italia. Come Uncem - prosegue Bussone -, vogliamo assicurazioni che queste chiusure siano temporanee, chiediamo un patto nuovo delle banche con gli Enti locali e i territori, per servizi moderni e migliori, vogliamo immediati ripristini dei bancomat fermi e almeno qualche giorno di apertura settimanale delle filiali nel corso di questa emergenza sanitaria". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento