menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festa ai giardini Peyron: la Cabina dell'Arte riapre con l'Amukina Party

Chiusa per diversi giorni, era stata saccheggiata e imbrattato dai vandali

Di questi tempi, gli incivili e i maleducati sono difficili da debellare. Altro che Coronavirus. Tuttavia la Cabina dell'arte diffusa riapre. E lo fa, per stare al passo con i tempi, con l'"Amukina Party". "La cultura è il disinfettante dell'animo" recita il foglio appeso che invita a partecipare all'evento di riapertura, domenica 8 marzo alle 11. Una rinascita voluta e sollecitata anche dai cittadini, in seguito agli episodi vandalici verificatisi nel mese di febbraio - furto reiterato di libri e imbrattamento doloso - che avevano spinto l'associazione culturale Tribù del BadNightCafé, in accordo con la Circoscrizione 4, a inibire l'accesso e la fruizione della cabina stessa al pubblico.

Arte per tutti 

La Cabina, che si trova nei giardini di piazza Peyron, è nata per accogliere libri e riviste d'arte che possono essere letti, consultati ai giardinetti e poi rimessi al loro posto. Oppure essere integrati ulteriormente da chiunque voglia contribuire ad arricchire la piccola biblioteca. Dopo i brutti episodi delle scorse settimane, in molti si sono attivati a fare in modo che la Cabina potesse rinascere, chiedendo informazioni sulle modalità di azione e fornendo subito una gran quantità di libri per dar di nuovo vita all'originale scopo.

Nonostante il Coronavirus 

E ora tutto sembra essere pronto. L'appuntamento è nel giorno della Festa della Donna, per dare il via alle "Domeniche in cabina" : "Nuovi arredi, nuove energie, nuovi libri e nuove proposte. La Cabina rientrerà nel pieno delle sue funzioni - recita un comunicato sul gruppo Facebook - indipendentemente da ordinanze, pestilenze o cataclismi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento