Torino, parrucchieri ed estetisti potranno aprire 7 giorni su 7 con orario flessibile

Fino al 31 dicembre

fonte foto: freepik

Parrucchieri ed estetisti potranno estendere liberamente l'orario delle proprie attività. L'apertura, nelle giornate comprese dal lunedì al sabato, dovrà essere in una fascia oraria giornaliera tra le 7 e le 22, senza però superare le 14 ore. L'apertura, facoltativa, nelle giornate domenicali e festive, all'interno della medesima fascia oraria, non dovrà superare le 5 ore.

Questo è quanto prevede l'ultima ordinanza firmata dalla sindaca Chiara Appendino per riorganizzare le modalità di lavoro di parrucchieri ed estetisti, in termini di utilizzo degli spazi di lavoro, di modalità di ricevimento dei clienti, ecc.

Le nuove disposizioni, volte a contrastare e contenere il diffondersi del Covid-19, varranno dalla data di riavvio delle attività  (qui le date per ogni attività), fino al 31 dicembre 2020.  

Parrucchieri ed estetisti: orario flessibile su tutto il territorio cittadino

Nel dettaglio, l'ordinanza prevede, al fine di ultimare eventuali prestazioni ancora in corso, una tolleranza di mezz’ora oltre l’orario autorizzato, sia per le attività di acconciatore che per le attività di estetista, a condizione che la porta d’accesso all’esercizio resti chiusa.

Resta esclusa la possibilità di apertura nei giorni 25 e 26 dicembre 2020.

Nei locali di ciascun esercizio deve essere esposto, in modo visibile al pubblico, anche dall'esterno dell'esercizio, durante l'apertura del medesimo, un cartello riportante l'orario di attività praticato.

Si ribadisce l’obbligo per il responsabile tecnico di garantire la propria presenza nell’esercizio durante l’orario di apertura, specificando che, nel caso di adozione di un orario di attività esteso, tale presenza possa essere garantita anche attraverso la nomina di più responsabili tecnici.

Sono fatte salve le condizioni economiche e normative dei lavoratori dipendenti e, in particolare, il rispetto dell’orario previsto dai contratti collettivi nazionali di lavoro delle categorie interessate.

fonte foto: freepik

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Torino, ruba il portafoglio dimenticato in farmacia. E spende i soldi per fare la spesa: "Non vivo nell'oro"

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

Torna su
TorinoToday è in caricamento