Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità

Amiat festeggia i 50 anni con una nuova mascotte, un logo e tanti eventi

L'azienda si occupa della gestione dei rifiuti e della pulizia della città di Torino

Si chiama Taurino Netturbino la nuova mascotte pensata per le celebrazioni, nel 2019, del 50° compleanno di Amiat, società del gruppo Iren che gestisce i rifiuti e la pulizia della città di Torino. Il "papà" della mascotte è Francesco Bastianoni, dipendente Amiat e noto disegnatore di fumetti, al quale è stato chiesto di ideare tre personaggi tra i quali, tramite una votazione online, è stato individuato il prescelto. Per l'occasione è stato ideato anche il logo del cinquantennale, frutto della collaborazione dell'azienda con il Politecnico di Torino e selezionato tra gli 11 proposti, da una giuria di docenti dell'ateneo torinese insieme ai rappresentanti dell'azienda. 

Mostra e cartoline celebrative

E il 2019 sarà un anno di iniziative per festeggiare lo speciale compleanno. Il fulcro sarà una mostra multimediale aperta al pubblico, presso la Regione Piemonte in piazza Castello, in cui verranno ripercorsi - attraverso foto e video - i 50 anni di attività di Amiat, i servizi erogati alla cittadinanza e l'attività dei suoi lavoratori. Sarà inoltre stampata una coppia di cartoline celebrative mentre il giorno dell'inaugurazione della mostra sarà apposto l'annullo filatelico, espressamente creato per l'occasione. A marzo, al Museo A come Ambiente, è previsto un prequel della mostra dove saranno esposti i progetti grafici sviluppati nel corso dell'ideazione del logo e della mascotte. Infine, a tutti i dipendenti verrà consegnato un omaggio realizzato appositamente per celebrare l'importante ricorrenza. 

"Le celebrazioni per i 50 anni di Amiat - ha commentato il presidente di Iren, Paolo Peveraro - rappresentano un'occasione importante per conoscere e valorizzare la storia e l'evoluzione dell'azienda. Amiat riveste oggi un ruolo fondamentale all'interno del gruppo Iren, contribuendo con le proprie eccellenze e competenze, al raggiungimento degli obiettivi economici ed ambientali del gruppo  e della città di Torino". 

"Da 50 anni Torino può contare su Amiat per la raccolta e il trattamento dei rifiuti e la pulizia della città - ha commentato la sindaca Chiara Appendino - e sulla competenza dei suoi tecnici. Il futuro ci vedrà ancora impegnati insieme nello sviluppo dell'economia circolare, nell'estensione della raccolta differenziata, nell'efficienza della cura dello spazio pubblico, certi di costruire una città migliore a vantaggio dell'ambiente, dei cittadini e delle future generazioni". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amiat festeggia i 50 anni con una nuova mascotte, un logo e tanti eventi

TorinoToday è in caricamento