Domenica, 19 Settembre 2021
Attualità Settimo Torinese / Via A. de Francisco, 120

Profughi afghani, 6 Comuni della provincia di Torino pronti ad accoglierli: l'iniziativa del PD

Altri 13 nel resto del Piemonte

Immagine di repertorio

Diciannove Comuni piemontesi amministrati dal Partito Democratico e dal centrosinistra si sono detti disponibili ad accogliere i profughi che nelle prossime ore arriveranno in Italia dall'Afghanistan. Di questi, sei sono del torinese. 

Sono Chieri, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Piossasco e Settimo Torinese i Comuni amministrati dal centrosinistra che hanno risposto 'sì' al censimento che in queste ore sta portando avanti il Partito Democratico piemontese. "La nostra è un'azione politica che verrà messa a disposizione dell'ANCI che costruirà il percorso operativo e la proposta da avanzare al Governo. Noi abbiamo cominciato a dire che ci siamo", spiega Paolo Furia, segretario regionale del PD Piemonte. 

"Abbiamo fatto una cosa di parte, ma ci auguriamo che le manifestazione di interesse fiocchino da tutti i Comuni a prescindere dal colore politico", continua Paolo Furia, "Per adesso l'unica cosa che abbiamo visto è la bandiera a mezz'asta di Borgosesia, ma non basta". Da qui la stoccata alla Lega visto che Borgosesia è amministrata dal leghista Paolo Tiramani: "La bandiera a mezz'asta non basta, dicano anche loro di essere pronti a fare qualcosa in più. Noi ci siamo", conclude il segretario regionale del PD. 

Il sindaco di Collegno, Francesco Casciano, ha convocato per lunedì 23 agosto alle ore 18.45 nell'Aula all'aperto di viale Rosa Parks all’interno del Parco Dalla Chiesa un incontro straordinario del Coordinamento Pace cittadino aperto a tutte le persone e ai giovani e le giovani disponibili a collaborare per organizzare la rete di solidarietà. "Siamo pronti a far la nostra parte per aiutare profughi e persone bisognose di protezione, prima di tutto gli esseri umani", ha scritto in una nota diffusa dal Comune dopo aver rivendicato la tradizione pacifista di Collegno. 

Oltre ai sei Comuni del torinese in Piemonte altri tredici Comuni hanno risposto affermativamente al censimento del PD e sono: Cuneo, Bra (Cn), Saluzzo (Cn), Mongrando (Bi), Valdilana (Bi), Pozzolo Formigaro (Al), Rosignano Monferrato (Al), Volpedo (Al), Verbania, Gravellona Toce (Vco), Vogogna (Vco), Baldichieri d’Asti (At), Villanova d’Asti (At). 

Sul tema ieri - mercoledì 18 agosto - si è espresso anche l'assessore regionale alla Sicurezza, Fabrizio Ricca, che ha detto: "Il Piemonte è una Regione solidale che non ha paura di accogliere chi sta scappando dalla guerra e dai tagliagole talebani. Questa, da sempre, è la nostra posizione. La nostra solidarietà nei confronti del popolo afgano non si mette in discussione. Questa emergenza, però, ci darà anche la possibilità di mettere, invece, in discussione un sistema di accoglienza che troppo spesso favorisce una immigrazione clandestina che non ha ragion di esistere. Apriamo le porte del nostro territorio, quelle dei corridoi umanitari, a chi fugge dall’integralismo islamico ma chiudiamole a chi arriva in massa senza motivazioni umanitarie. La solidarietà, se non segue delle regole, diventa un caos che penalizza sia i migranti che i cittadini italiani”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi afghani, 6 Comuni della provincia di Torino pronti ad accoglierli: l'iniziativa del PD

TorinoToday è in caricamento