Attualità

"Costretti a litigare con i passeggeri": i conducenti dei bus contro gli adesivi che si staccano

Problemi anche i bagni ai capilinea

Gli adesivi per vietare di sedersi che si stanno staccando

"Difficile lavorare così: le condizioni di lavoro senza i controlli non sono sicure per gli autisti". È il grido di allarme di Andrea Forneris della segreteria Faisa-Cisal di Torino per quanto riguarda i mezzi della società Ca.Nova della quale Gtt è proprietaria al 100%. "Se da un lato - dice Forneris - noi autisti abbiamo l'obbligo di indossare la mascherina per tutto il turno, dall'altro abbiamo l'onere di verificare il rispetto delle normative da parte dell'utenza. nelle periferie è un disastro i controlli non ci sono e l'autista deve fare un lavoro che non gli dovrebbe competere. Abbiamo segnalato all'azienda che su alcuni pullman manca la segnaletica inerente al contenimento della diffusione del covid-19, gli adesivi sui sedili si stanno staccando e le discussioni con l'utenza sono ormai all'ordine del giorno. Secondo Forneris, "serve un intervento urgente delle istituzioni che verifichino da un lato il rispetto delle normative da parte delle aziende e dall'altro dei controlli sul territorio per alleggerire il lavoro degli autisti".

Un altro problema è quello dei bagni. "La situazione è ormai al collasso - dice Forneris - e non è pensabile che in una fase di sanificazione dei bus e dei locali queste importanti strutture vengano dimenticate. Per gli autisti, specie il personale femminile non è pensabile trovare al capolinea il bagno non funzionante o peggio sporco o addirittura  come abbiamo più volte segnalato per i colleghi della Ca.Nova, i bagni ai capolinea non ci sono. Un esempio? Per linee 39 e 81 ai capolinea di Moncalieri i bagni non ci sono e altre linee hanno problemi simili, alcuni risolti altri annosi". E ancora: "Ho verificato personalmente il bagno della linea 40 al capolinea Massaua - conclude Forneris -: l'utilizzo mediante scheda personale dell'autista è stato sostituito con un pulsante generico ciò permette a chiunque di accedere. Si spera che la situazione venga ripristinata al più presto".

bagno-capolinea-bus-34-via-ventimiglia-200519

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Costretti a litigare con i passeggeri": i conducenti dei bus contro gli adesivi che si staccano

TorinoToday è in caricamento