menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Riforma tariffaria Gtt, cosa cambia dal 1° luglio: le indicazioni utili

Riguarda gli abbonamenti di giovani e anziani

Partita lo scorso 14 marzo con l’introduzione del nuovo biglietto elettronico, il 1 luglio si completerà la riforma tariffaria di Gtt che prevede per la sottoscrizione degli abbonamenti a costi diversi sulla base dell’ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente).

La novità riguarda i giovani al di sotto dei 26 anni e gli anziani oltre i 65 anni che, presentando la necessaria certificazione e rientrando in una delle fasce di reddito previste (sotto i 12mila euro, tra 12mila e 20mila euro, tra 20mila e 50mila euro), potranno ottenere l’applicazione delle tariffa agevolata contemplata per il proprio scaglione.

Con la delibera approvata dalla Giunta Comunale, anche il rilascio della tessera di circolazione gratuita per i pensionati ai minimi Inps sarà legato all’ISEE del richiedente che non dovrà superare i 7mila euro. Dopo il primo anno di applicazione, insieme alle parti sociali, si valuterà la congruità di tale soglia e, più in generale, delle regole attuate per il rilascio di agevolazioni basate su ISEE.

Tra le novità degli ultimi giorni, riservate a tutti gli abbonati, anche l’introduzione di una detrazione IRPEF del 19% per l'acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico, per un massimo di 250 euro.

 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Collegno campi di colza in fiore: cosa sono e a cosa serve la colza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento