rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità Grugliasco / Via la Salle, 87

Il "Museo del Grande Torino" di Grugliasco si proietta nel futuro: nasce il tour virtuale e interattivo

Si potrà vedere tramite il sito internet del Museo a partire dal 3 dicembre 2021

"La tragedia non è morire ma dimenticare. Noi non dimentichiamo". Recitava così uno striscione dell'Associazione Memoria Storica Granata, esposto al vecchio stadio Delle Alpi nel 1995 e che ora, da quasi 20 anni, si trova, sottoforma di targa, all'interno del "Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata" di villa Claretta Assandri in via La Salle 87 a Grugliasco.

Ed è anche per questo motivo che, in un periodo così difficile come quello attuale, il Museo ha deciso di farsi un regalo e di farlo a tutti gli appassionati di calcio e, in particolar modo, a quelli che tifano e vivono di Toro, 24 ore su 24, 365 - o 366 a seconda - giorni all'anno.

Un regalo speciale: un tour virtuale, gratuito, visibile in qualsiasi giorno dell'anno. E persino guidato. Un lavoro durato otto mesi e partito dagli oltre 1.500 scatti del fotografo bergamasco Giorgio Fossati - fotografo ufficiale dell'Atalanta ma grande cuore granata - che ha immortalato le 15 sale del Museo, reperti, maglie, documenti unici, trofei, abiti e altri incredibili cimeli che sono presenti nella villa. 

Non solo. Perché il tour virtuale permette anche di evidenziare 120 scatti che, con annessa didascalia, vanno a raccontare, con maggiori dettagli, aneddoti e storie del mito granata: dagli albori al primo scudetto; dal Grande Torino a Meroni e Ferrini; dallo scudetto del 1976 alla Coppa Italia del '93, fino ai giorni nostri. 

Grugliasco tour virtuale Museo Grande Torino 2021

Fossati ha impiegato quattro giorni per fotografare tutti i reperti e le stanze, con il prezioso supporto dei volontari del Museo, con in testa il presidente Domenico Beccaria, il vice presidente Pier Giorgio Raimondo, il responsabile Roberto Allasia. Altra figura cardine di questa "opera omnia" è sicuramente Stefano Girolami, uno volontario, che ha prestato la sua voce per il tour guidato, che dura complessivamente 14 minuti. 

Il tour sarà visibile per tutti, a partire dal 3 dicembre 2021 - il giorno del 115° compleanno del Toro - sul sito www.museodeltoro.it.  

"Se la gente non può andare la Museo allora il Museo va dalla gente - spiega Mecu Beccaria - Nei mesi scorsi ci siamo riuniti e abbiamo deciso di portare avanti questa meravigliosa iniziativa. Siamo il primo museo sportivo che realizza una idea di questo genere. La visita attraverso il tour interattivo è gratuita, a differenza di quando tifosi, appassionati, curiosi, vengono nel fine settimana qui a villa Claretta Assandri, dove il biglietto costa 5 euro, tranne per i bambini fino a 10 anni e i possessori della Tessera Musei, che entrano gratis. Come Museo ci autofinanziamo attraverso la vendita di gadget e tramite donazioni, che sono sempre ben accette, visto che gli incassi derivati dal biglietto del Museo sono interamente devoluti al Comune di Grugliasco che ci ospita e ci concede gratuitamente questi locali. Ma qualsiasi donazione è ben accetta per migliorare il Museo, cuore pulsante della storia granata". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "Museo del Grande Torino" di Grugliasco si proietta nel futuro: nasce il tour virtuale e interattivo

TorinoToday è in caricamento