Le RSA di “Sereni Orizzonti” del Torinese sono covid-free e aprono a nuovi ingressi

8 in totale le strutture sul territorio provinciale

Immagine di repertorio

Restano Covid-free e aprono finalmente a nuovi ingressi tutte le otto RSA gestite dal gruppo “Sereni Orizzonti” in provincia di Torino. Lo comunica direttamente la società che opera principalmente nel settore dell’assistenza alla persona: “Nei giorni scorsi hanno infatti continuato a dare esito negativo i tamponi effettuati su tutti gli ospiti e su tutti gli operatori delle RSA del Torinese”.

Le strutture covid-free sono: “Soggiorno Mariuccia” di Volvera, “Il Castagno” di Frossasco, “Il Faggio” di Carmagnola, “Le Magnolie” di Settimo Vittone, “Rapella” di Viverone, “Teologo Salomone” di Piobesi Torinese, “Alberto Dalmasso” di Vinovo e “Sereni Orizzonti” di San Mauro Torinese (qui recentemente hanno dato esito negativo tutti i tamponi sui 78 ospiti nonché sui 38 operatori della struttura).
 
“Una situazione di assoluta tranquillità che autorizza pertanto tutte queste strutture a ulteriori ingressi” specificano dal gruppo facendo riferimento al Piano che regola gli ingressi dei nuovi ospiti approvato dalla Regione Piemonte. “L’immunità delle nostre strutture al Covid-19 è un ottimo risultato, che premia le buone pratiche di prevenzione adottate fin dal 24 febbraio con rigore e grande professionalità da tutto il nostro personale” commenta Vittorio Pezzuto, responsabile delle Relazioni esterne di “Sereni Orizzonti”. “I nostri dipendenti hanno sempre lavorato e continuano a lavorare dotati dei dispositivi di protezione individuale forniti dall’azienda, sanificano regolarmente gli ambienti interni ed evitano un uso promiscuo di materiale”.

Verso la normalità: la situazione a San Mauro Torinese

La possibilità di accogliere nuovi ospiti è adesso un importante passo sulla strada del progressivo ritorno alla normalità. “Proprio per questo speriamo che un aggiornamento del Dpcm Conte possa autorizzare anche gli abbracci degli ospiti coi loro familiari dopo quattro mesi di forzata separazione fisica” aggiunge Enzo Vania, direttore della RSA di San Mauro Torinese. “Al momento consentiamo soltanto incontri in postazioni allestite all’esterno della struttura, con massimo due familiari per ospite, previo appuntamento e per la durata di mezz’ora, a una distanza di circa tre metri e indossando la mascherina. Eventuali regali (non ne vengono accettati di tipo alimentare) devono essere consegnati alla direzione per essere prima sanificati. Quanto agli ospiti allettati, possono invece comunicare con i loro cari soltanto tramite il servizio di videochiamata con il cellulare. L’epidemia da Covid-19 non è ancora cessata e nessuno di noi ha intenzione di abbassare la guardia”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

Torna su
TorinoToday è in caricamento