rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Attualità Centro

Ascom ed Epat Torino: "Green pass? Non è più necessario. Superare le restrizioni per spingere la ripresa"

Il pensiero delle associazioni di categoria sul certificato verde

"Il green pass? Non è più necessario. Bisogna superare le restrizioni per spingere la ripresa di un settore in crisi profonda". 

Così si esprime Alessandro Mautino, presidente di Epat Torino, l'associazione che raggruppa gli esercizi pubblici subalpini e che fa parte di Ascom.                                                                                                                                               

"La curva dei contagi, così come la pressione sugli ospedali, è in netto calo ormai da molti giorni e l’imminente primavera non potrà che migliorare ulteriormente la situazione. Allo stato attuale è assolutamente necessario un ulteriore alleggerimento delle restrizioni in vigore per favorire il ritorno alla normalità per tutti i cittadini e per le imprese. In termini pratici, crediamo sia opportuno eliminare il green pass per il consumo nei pubblici esercizi non solo all’esterno ma anche all’interno perché non più funzionale all’obiettivo per cui è stato introdotto nell’agosto del 2021”, conclude Mautino. 

Maria Luisa Coppa, presidente Ascom Confcommercio Torino e provincia, invoca il supporto del governatore della Regione Piemonte, Alberto Cirio: "Auspichiamo che il presidente possa dare voce, già durante la Conferenza Stato-Regioni in programma domani, mercoledì 2 marzo 2022, alle istanze di un settore, quello dei pubblici esercizi, che in questi due anni non ha mai anteposto i propri interessi, anche a fronte di perdite drammatiche".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascom ed Epat Torino: "Green pass? Non è più necessario. Superare le restrizioni per spingere la ripresa"

TorinoToday è in caricamento