Venerdì, 22 Ottobre 2021

Torino, le statue tatuate tra anziani incuriositi e turisti entusiasti: video

Decine di foto scattate in un solo giorno

Le statue tatuate dello scultore piemontese Fabio Viale sono arrivate in piazzetta Reale, tra lo stupore di visitatori e passanti. Sono 5 opere monumentali all’aperto e un percorso all’interno di Palazzo Reale visibili fino al 9 gennaio 2022 grazie alla mostra "In Between" di Fabio Viale, curata da Filippo Masino e Roberto Mastroianni, ospitata dai Musei Reali di Torino.

È la prima esposizione torinese dedicata allo scultore cuneese, che partendo da Torino è diventato uno dei più influenti artisti italiani sulla scena internazionale. Il percorso esplora il rapporto tra immortalità dell’arte classica e immaginario contemporaneo; tra arte ufficiale e tribalismo metropolitano; tra patrimonio culturale e gesto creativo; tra marmo levigato e pelle viva; tra saperi tradizionali e tecnologia a controllo numerico; tra autenticità e inganno. In Between.

In Between: la mostra con le statue tatuate

"La mostra, pensata per fare interagire lo spazio pubblico e lo spazio museale in un dialogo tra antico e contemporaneo, collega Piazzetta Reale all’Armeria, passando per la Corte d’Onore, lo Scalone, il Salone delle Guardie Svizzere e la Cappella della Sindone. Piazzetta Reale diventa una perfetta scenografia per la serie delle celebri statue tatuate: opere monumentali immerse nella luce, in dialogo con le architetture e lo spazio urbano, che mettono in scena una porzione del nostro immaginario contemporaneo. Tra le opere esposte, il celebre Laocoonte che nel 2018 è stato collocato all’ingresso della Gliptoteca di Monaco di Baviera, in occasione della sua mostra personale all’interno delle famose sale dedicate alla scultura antica. All’interno di Palazzo Reale, invece, si approfondiscono i temi della mostra, intessendo uno speciale dialogo con le architetture sabaude", si legge nella presentazione dei Musei Reali.

La mostra è stata realizzata in collaborazione con la Galleria Poggiali di Firenze e il sostegno di Gruppo IREN, che ha curato l’illuminazione delle sculture, e di General Marmi di Collegno, che ha fornito le basi in pietra per la statuaria monumentale. L’ingresso alla mostra è compreso nel biglietto dei Musei Reali, gratuito per gli under 18 ed euro 2 per coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 25 anni.

Video popolari

Torino, le statue tatuate tra anziani incuriositi e turisti entusiasti: video

TorinoToday è in caricamento