menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dal sito del comune di Sestriere

Dal sito del comune di Sestriere

4000 alloggi inutilizzati e voglia di turismo: il “nido delle vacanze” a 100 km da Torino

Nasce il progetto ExperienceSestriere

Sestriere si candida ad attrarre i nuovi turisti, prima digitali e poi reali in cerca del “nido delle vacanze” invernali e estive. Come? Con il progetto ExperienceSestriere, nato dalla collaborazione tra il Comune di Sestriere e il Consorzio Turistico Via Lattea con Fondazione Torino Wireless, Turismo Torino e provincia e MetanAlpi. Sono state individuate ben 4mila unità abitative (12.000 posti letto) praticamente inutilizzate nelle località dell’Unione Montana dei Comuni Olimpici della Via Lattea che sono un vero patrimonio di ospitalità in sharing per nuovi turisti, prevalentemente millenials, che navigano sul web cercando il “nido delle vacanze”.

Per andare incontro a queste richieste si è pensato di coinvolgere i proprietari privati di appartamenti poco utilizzati, soprattutto nei periodi di bassa stagione, per attrarre un turismo nuovo e diversificato, abituato a cercare sul web emozioni ed esperienze di ospitalità e servizio personalizzato. Il Consorzio Turistico Via Lattea, insieme con il Comune di Sestriere, è pronto per attivare da subito un progetto pilota con una trentina di proprietari di seconde case disposti a “rischiare insieme”.

Il progetto

Il progetto prevede di costruire un’offerta di servizi tipici dell’affitto temporaneo, aggiungendo servizi più personalizzati finalizzati ad attivare e sostenere una vera e propria “economia di comunità” che potrà dare occupazione sul territorio a chi è capace di assicurare la manutenzione e la remise en forme dell’alloggio per renderlo appetibile sul web, così come a coloro che abbiano idee e proposte per proporre pacchetti di intrattenimento o servizi di cura e assistenza. Perché l’obiettivo è: nuovi turisti = nuove risorse per il territorio = nuova occupazione.
L’obiettivo dei promotori del progetto è “essere pronti il prima possibile per attrarre e coinvolgere l’intero patrimonio dei 4000 appartamenti non utilizzati”. Millenials e turisti 4.0, Sestriere è pronta, voi?
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento