Attualità San Donato / Via Luigi Cibrario, 72

Torino, Retromarica del direttore sanitario: nessuna segnalazione alla polizia di pazienti stranieri irregolari

Dopo le polemiche dei giorni scorsi

L'ospedale Maria Vittoria

Marcia indietro sul provvedimento preso dal direttore sanitario del Maria Vittoria e dell'Amedeo di Savoia, il dottor Paolo Mussano, che, mediante una circolare interna, aveva dato mandato al personale sanitario di segnalare alla polizia la presenza in pronto soccorso o nei reparti di pazienti stranieri senza documenti.

La circolare, dopo la ridda di polemiche anche a livello politico, è stata revocata dallo stesso Mussano, che ha immediatamente inviato una relazione alla direzione generale dell’Asl Citta? di Torino, nella quale ha spiegato come la circolare interna "non abbia tenuto conto delle ultime circolari e norme in materia e della loro corretta interpretazione pratica. Appurato l’errore interpretativo, si e? provveduto ad annullare la circolare interna nel giro di 48 ore e quindi, la stessa, non ha prodotto alcun effetto giuridico ne? materiale nei confronti di alcun paziente straniero. Non vi era alcuna intenzione di discriminare nessuno né di fare denunce di polizia di pazienti stranieri irregolari. Gli ospedali Maria Vittoria e Amedeo di Savoia sono da sempre impegnati nell'assistere tutti i cittadini".

La stessa Asl Citta? di Torino ha precisato come "attraverso i Centri Isi presenti sul territorio cittadino, garantisca assistenza sanitaria ambulatoriale agli stranieri non in regolari con le norme relative all’ingresso e al soggiorno degli stranieri temporaneamente presenti sul territorio italiano ed europei non iscrivibili al Servizio sanitario nazionale er l’erogazione di cure ambulatoriali urgenti e comunque essenziali, ancorche? continuative, per malattie ed infortunio ed attivita? collegate ai programmi di medicina preventiva salvaguardia della salute individuale e collettiva".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, Retromarica del direttore sanitario: nessuna segnalazione alla polizia di pazienti stranieri irregolari

TorinoToday è in caricamento