rotate-mobile
Attualità Sauze d'Oulx

Sauze d’Oulx, il comune contro i padroni dei cani che non raccolgono i bisogni o li lasciano liberi

Chi non rimuoverà gli escrementi dei cani riceverà una sanzione che va da un minimo di 25 ad un massimo di 500 euro

Il Comune di Sauze d’Oulx non è più disposto a tollerare l’inciviltà di certi possessori di cani e per questo vuole mettere fine a un certo malcostume che porta ad avere alcuni spazi pubblici sporchi. Lo afferma il consigliere comunale delegato alla Polizia Locale Davide Allemand che spiega così la decisione: "Sauze d’Oulx è un paese ordinato che deve rimanere tale. Ci sono regole di civiltà che dovrebbe essere normale rispettare, ma purtroppo non è sempre così. Uno dei temi sicuramente caldi è quello relativo alle deiezioni canine. Nonostante sia semplicemente un gesto di civiltà raccogliere gli escrementi, nonostante gli avvisi esposti lungo il paese, purtroppo ci troviamo a doverci confrontare spesso con aree sporche e non certo consone al decoro del paese. Pertanto abbiamo deciso di dare un giro di vite a questo malcostume. I maleducati padroni di cani verranno perseguiti a norma di legge perché è ora che questo malcostume finisca e tutti possano tornare a beneficiare di spazi pubblici puliti ed ordinati. Allo stesso modo diciamo basta anche ai cani che circolano liberamente per il paese incustoditi, perché i cani vanno educatamente tenuti al guinzaglio".

I provvedimenti previsti

Il comandante della Polizia Locale dell’Unione Montana Comuni Olimpici Vialattea Massimo Blanc segnala i provvedimenti previsti: "Coloro che saranno colti nel non rimuovere gli escrementi dei cani saranno perseguiti in base all'art. 55 comma 7 del regolamento di polizia urbana che prevede una sanzione che va da un minimo di 25 ad un massimo di 500 euro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sauze d’Oulx, il comune contro i padroni dei cani che non raccolgono i bisogni o li lasciano liberi

TorinoToday è in caricamento