Attualità Via Rivalta, 29

Il primario ai negazionisti del covid: "Vi porto in quello che per noi è un girone dantesco, ma per voi giustamente è esagerato”

Il post tagliente di Michele Grio, direttore della rianimazione di Rivoli: "Non credete al virus? Bene, organizziamo tour guidati in Rianimazione"

 Per fare chiarezza sulla situazione negli ospedali, tra negazionisti e fake news, interviene direttamente il primario della rianimazione di Rivoli con un post “più che ironico”. Il dottor Michele Grio debutta con: "No no, è tutto vuoto" e aggiunge, rivolto a chi non ci crede: "la ‘TourinGrio’ organizza tour guidati in Rianimazione e nei reparti Covid". 

Michele Grio poi ironizza sulle immagini che circolano sui social: "Ho fatto sdraiare i miei medici e i miei infermieri giusto per fare le foto, le buste le indossiamo per la cellulite ed il ca**o ci gira perché siamo delle brutte persone. Non dormiamo perché ormai siamo avanti con l’età e passiamo le giornate seduti mangiando e bevendo" scrive Grio che poi avanza la sua proposta (provocatoria) di portare i negazionisti tra i reparti con i pazienti covid: "Sarà per me un piacere farvi personalmente da guida e condurvi in un piacevolissimo viaggio in quello che per noi è un girone dantesco, ma per voi giustamente è esagerato. Ah, dimenticavo, io mi bardo con tuta, maschera e calzari, a voi non servono ma tengo libero un letto con ventilatore meccanico e monitoraggio continuo multiparametrico molto invasivo. Nel cesso, perché lo sgabuzzino l’ho già impegnato”. 

Quindi un ultimo pensiero a chi pensa che il virus sia una farsa: “Non chiedeteci suggerimenti se vi ammalate dopo aver scritto e pensate la qualunque. Coerenza, ci vuole coerenza".

Chi è Michele Grio

Un post scomodo, e ovviamente provocatorio, che però serve a far riflettere e, forse, a smuovere qualche coscienza. Grio è direttore della Struttura complessa di Anestesia e Rianimazione dell'ospedale di Rivoli dal 1° febbraio scorso. Con la nomina a direttore del reparto lo specialista 42enne, romano ma rivolese di adozione, è diventato "il più giovane direttore di una Struttura complessa di Anestesia e Rianimazione in Piemonte, nonché uno dei primari più giovani in assoluto di tutta la regione". Laureato all'università Sapienza di Roma, dove ha conseguito anche la specializzazione, nella città capitolina Grio ha lavorato in ospedali pubblici (al Policlinico Umberto I come specializzando e al Santo Spirito in Rianimazione) e in alcune cliniche private.  
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il primario ai negazionisti del covid: "Vi porto in quello che per noi è un girone dantesco, ma per voi giustamente è esagerato”

TorinoToday è in caricamento