Sabato, 20 Luglio 2024
Attualità Venaria Reale / Piazza della Repubblica

Ha 10 anni ed è di Bussoleno il protagonista del film girato fra Torino, Pino Torinese, Avigliana e Venaria Reale

Concluse le riprese davanti alla Reggia

Ha dieci anni, vive a Bussoleno ed è al suo primo film. "Una mia amica ci ha informato come stessero cercando un bambino di questa età, biondino, per un film. Lo abbiamo iscritto ai casting perché credevamo potesse essere una opportunità di crescita per lui", spiegano i genitori di Ian Caffo, il protagonista del lungometraggio 'Animale/Umano' del regista piemontese (è di Casale Monferrato) Alessandro Pugno e prodotto dalla società torinese Redibis Film di Daniele Segre e Daniele De Cicco. Una coproduzione internazionale con forti connotazioni piemontesi, dove la parte del leone l’ha fatta Film Commission Torino Piemonte, Piemonte Film Tv Development Fund, Piemonte Film Tv Fund, Regione Piemonte.

"È stata una esperienza meravigliosa. Non è stato facile, visto che molte scene sono state rifatte più volte perché il regista voleva la perfezione", ha spiegato il giovane Ian. Con lui hanno anche recitato gli attori Silvia Degrandi, Paola Sotgiu, Guillermo Bedward, Antonio Estrada, Antonio Dechent e Brontis Jodorowsky.

Un percorso produttivo di 14 settimane per questa opera prima di finzione che racconta la storia parallela di Matteo (Ian Caffo), bimbo italiano che sogna di diventare torero e Fandango, vitellino che nasce in Andalusia. I due cresceranno, si allontaneranno per poi ritrovarsi. Dove? In un’arena. Matteo torero, Fandango quale vittima sacrificale. In teoria.

Dopo quattordici settimane di riprese, tra novembre e aprile, a Siviglia, poi a Casale Monferrato, Pino Torinese, Torino, Avigliana e Venaria, dove oggi, mercoledì 1 giugno 2022, si sono concluse le riprese, alla presenza dei sindaci di Venaria e Avigliana, Fabio Giulivi e Andrea Archinà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ha 10 anni ed è di Bussoleno il protagonista del film girato fra Torino, Pino Torinese, Avigliana e Venaria Reale
TorinoToday è in caricamento