menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Polo Sanitario di Giaveno

Il Polo Sanitario di Giaveno

Dopo l'emergenza Covid, riparte il Punto di Primo Intervento cittadino

Riaperta anche la Continuità a valenza sanitaria

Riaprirà i battenti lunedì 29 giugno 2020, il Punto di Primo Intervento di Giaveno, chiuso da sabato 21 marzo 2020 vista l'emergenza Coronavirus.

Il polo sanitario, in questi mesi, è diventato un reparto Covid per malati non acuti o in fase di guarigione. Nei giorni scorsi, il reparto ha dimesso gli ultimi pazienti, è stato sanificato ed è nuovamente ripresa l’attività Cavs (Continuità a valenza sanitaria).

E fra dieci giorni verrà riattivato anche il "Ppi". "Sono state mantenute le promesse fatte dall'assessore alla Sanità, Luigi Icardi, nelle scorse settimane", commenta il sindaco di Giaveno, Carlo Giacone. 

Il territorio, nel frattempo, ha voluto esprimere un ringraziamento a tutti coloro che operano ogni giorno all’interno del Polo e che hanno profuso il proprio impegno in questi mesi di pandemia. Lo ha fatto attraverso una donazione arrivata dall’Unione Sportiva Cacciatori Alta Val Sangone (circa 150 soci tra la Val Sangone e Cumiana), che ha scelto di destinare la somma di 4.800 euro al Comune di Giaveno, affinché venissero acquistati materiali da destinare alla struttura sanitaria.

La donazione è avvenuta ieri pomeriggio, 18 giugno 2020, a Giaveno, con una piccola cerimonia a cui hanno partecipato anche il sindaco Carlo Giacone e i vertici dell’Asl To3: sono stati consegnati un moderno carrello farmaci, camici per il personale che effettua le visite domiciliari e un monitor da 50 pollici per supportare le attività da remoto con videoconferenze e favorire un’attività costante e continua tra presidi più lontani.

“Ringrazio il territorio per la solidarietà ci ha voluto esprimere: è una vicinanza che abbiamo sentito sempre forte in questi mesi difficili – ha sottolineato durante la cerimonia il Direttore Generale dell’Asl To3 Flavio Boraso –. Ringrazio soprattutto tutto il personale per l’abnegazione e l’impegno profusi. Il Polo sanitario di Giaveno ha saputo fare la sua parte, collocandosi all’interno della rete come un valido presidio di riferimento anche in questa fase drammatica”.

Giaveno donazione Polo Sanitario Unione Cacciatori-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento