Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Piemonte in zona rossa, Cirio: "Ora ristori per le attività e congedi parentali"

Critico per il modus operandi di Speranza

Da lunedì 15 marzo il Piemonte sarà in zona rossa, alla pari di Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Puglia, Veneto e la Provincia autonoma di Trento, oltre a Campania e Molise, già rosse.

La decisione del Ministro Speranza era una pura formalità, visti i dati dell'ultima settimana abbondante. Ma il governatore Alberto Cirio critica il modus operandi: "Ancora una volta siamo arrivati alla tarda sera di venerdì per sapere con certezza da che giorno sarebbero scattate le nuove misure e ripeto che questo non è accettabile, per rispetto di chi lavora e delle famiglie che devono poter organizzare le loro vite in un momento così difficile". 

Cirio ha anche chiesto ristori, in primis sostegni alle famiglie: "So quanto questo sia un sacrificio per tutti. Ho chiesto al Governo di dimostrare all’Italia che l’aria è davvero cambiata e che i ristori per tutte le attività che si fermeranno siano certi ed immediati e che vengano attivate subito le misure di sostegno alle famiglie, a cominciare dai congedi parentali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piemonte in zona rossa, Cirio: "Ora ristori per le attività e congedi parentali"

TorinoToday è in caricamento