Attualità

Vicesindaco non sopporta "Bella Ciao": una petizione per le sue dimissioni che sfiora le 10mila firme

Raffica di lettere e mail di protesta

Il vicesindaco di Rivoli, Laura Adduce

Lettere, mail, telefonate. Persino una petizione on line su "change.org" che sta sfiorando le 10mila firme.

Sono giorni difficili per la giunta comunale di Rivoli e per il sindaco Andrea Tragaioli dopo il video su Instagram della sua vice, Laura Adduce, il 25 aprile scorso, Festa di Liberazione, durante il quale la giovane segretaria leghista aveva detto, senza troppi giri di parole, come "Bella Ciao" le facesse "andare di traverso il pranzo"

Se i partiti come +Europa, Movimento 5 Stelle e Pd chiedono a Tragaioli di "prendere le distanze da quel video" e, passo successivo, le dimissioni della Adduce, si registra la lettera inviata da 300 fra insegnanti e genitori in cui vogliono manifestare "il disappunto verso il video del vicesindaco, che ha palesato la mancata conoscenza dei valori dell'antifascismo. E la nostra Costituzione poggia proprio su quei valori". 

Poi è stata la volta di quella a firma Amalia Neirotti, ovvero la presidente del "Comitato Col del Lys", una vera istituzione nel panorama dell'antifascismo. La Neirotti, nella missiva, chiede al sindaco - visto che Rivoli fa parte del Comitato - "quale sia la posizione amministrativa sul 25 aprile".

Finita qui? No. Perché poi è arrivata quella della preside del Darwin, Elena Sorrisio, e di un congruo numero di insegnanti. E, ancora, quelli di Storia ed Educazione Civica del Vito Scafidi. Nelle due lettere, oltre a spiegare "l'importanza del rispetto delle Istituzioni", chiedono "azioni" visto "l'inadeguato intervento del suo vicesindaco". 

Infine la mail a firma dei partiti politici (Rivoli Città Attiva, + Europa, Partito Democratico, Cambiamo Rivoli, Europa Verde, Sinistra Popolare, Movimento 5 Stelle), Anpi, associazioni (Legambiente, Fridays For Future, Libera, Associazione RivoliAmo, Assopace, Uisp Vallesusa, Metro Rivoli-Sviluppo ad Ovest), sindacati (Spi-Cgil, Uil-Pensionati, Cisl - Fnp) oltre a Loredana Lamanna (a nome e conto di Rifondazione Comunista) e Piera Croce (Gruppo Misto Rivoli).

Nella lettera, anche questa molto corposa, invitano Tragaioli a "intervenire" e a "farsi garante istituzionale della Città", oltre a "valutare se l'attuale vicesindaco possa continuare a ricoprire questo importante ruolo. Rivoli, con i suoi 418 Partigiani combattenti arruolati nel CVL, i suoi 78 Caduti e Mamma Piol, donna e madre simbolo della nostra Comunità, non merita questo affronto».  

Per il momento, nessun comunicato da parte del sindaco. L'unica certezza è che è già stata convocata una riunione di maggioranza per discutere della faccenda. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicesindaco non sopporta "Bella Ciao": una petizione per le sue dimissioni che sfiora le 10mila firme

TorinoToday è in caricamento