Parco del Valentino, stanziati 950.000 euro per la manutenzione straordinaria: gli interventi previsti

Cosa prevede il progetto approvato dalla Giunta Comunale i cui lavori potranno essere avviati già nel 2021

Immagine di repertorio

Per riqualificare e valorizzare il Parco del Valentino, la Giunta Comunale di Torino ha approvato una delibera, proposta dall’Assessore all'Ambiente Alberto Unia, con cui sono stati stanziati 950.000 euro per una serie di interventi di manutenzione straordinaria concordati con la Soprintendenza per l'Archeologia, Belle Arti e Paesaggio. Il progetto approvato è in fase definitiva e appaltabile, il che significa che i lavori potranno essere avviati già nel 2021. Verranno affrontate una serie di problematiche di tipo ambientale, culturale e sociale, e in particolare l'incremento delle superfici permeabili, la tutela degli alberi, il miglioramento della fruibilità e dell'accessibilità degli spazi aperti e la valorizzazione degli ingressi aulici, nel rispetto delle caratteristiche architettoniche e storiche del parco.

Gli interventi previsti dall’amministrazione comunale

I primi interventi previsti riguardano il viale a doppio filare alberato interno al parco lungo corso Massimo d'Azeglio e il viale Mattioli, nel tratto compreso tra la rotonda all'incrocio con viale Virgilio e il Castello del Valentino. Si interverrà migliorando il piano di calpestio, che presenta discontinuità, fessurazioni, compromissioni di vario tipo che rendono disagevole il transito in sicurezza di pedoni, bici e persone con disabilità motorie, riducendo nel contempo la larghezza dei viali, più ampia delle reali necessità, e diminuendo le superfici impermeabili.

Verrà migliorata l'accessibilità dei percorsi interni e nel contempo tutelata e valorizzata la componente arborea, liberando gli alberi dal bitume e ampliando la fascia verde a loro dedicata, risolvendo dove presenti le problematiche delle radici affioranti.
La parte asfaltata verrà eliminata e sostituita da una nuova pavimentazione permeabile e drenante tipo calcestre, che richiami l'immagine dei vialetti originari, ma che al contempo consenta un adeguato passaggio in sicurezza degli utenti. Nel viale alberato di corso Massimo d'Azeglio verranno anche ripristinati i marciapiedi laterali, con particolare riguardo alle porzioni adiacenti alle fermate dei mezzi pubblici.

Verrà inoltre realizzato il primo degli interventi sugli ingressi aulici al Parco, quello di fronte al Castello del Valentino: sarà rimossa l'attuale pavimentazione perimetrale in bitume e posata una pavimentazioni di pregio, in lastre di pietra di Luserna di elevato spessore e di grandi dimensioni. Con lotti successivi (eventualmente in parte finanziati con i ribassi di gara) si interverrà sugli altri tre ingressi aulici: Monumento Amedeo di Savoia, Arco Monumentale su corso Vittorio Emanuele II e Fontana dei 12 mesi.

Infine, nell'area verde davanti all’Imbarchino del Re si sperimenterà la semina di nuove essenze erbacee sull'attuale prato, con lo scopo di migliorarne la qualità e di ridurre l’attuale stato di usura, così da avere un tappeto erboso verde anche durante l'inverno. Lo stesso intervento verrà fatto nelle zone sottostanti gli alberi, che presentano un forte diradamento a causa delle radici.

Si tratta di un lotto di interventi attuativi del complesso “Programma di restauro del Parco del Valentino”, approvato nel 2008 e realizzato solo in parte, con l'obiettivo di tutelare e valorizzare il parco seguendo le indicazioni della "Carta del restauro dei Giardini e Parchi Storici" approvata a Firenze nel 1981, tenendo conto di tutti gli elementi oggetto di tutela.

Tale progetto, riguardante una superficie di circa 300.000 mq, era articolato nelle diverse componenti (arborea, vegetale, arredi, decori, pavimentazioni, impianti di irrigazione, aree gioco, ecc.) e negli anni ha visto realizzati diversi interventi: la riqualificazione e ampliamento dell'area giochi e fitness in prossimità del V Padiglione, il ripristino dell’impiantistica e componenti strutturali e storiche della fontana della Rocailles, il rifacimento dei ponticelli e dei mancorrenti del Giardino Roccioso, il ripristino edile ed impiantistico dei servizi igienici vicino all’Orto Botanico (edificio tutelato), la realizzazione di nuovi servizi igienici in prossimità del Borgo Medievale.

Altri interventi sono già programmati e verranno realizzati a breve, ad esempio la riqualificazione del ruscello del Giardino Roccioso.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento