Attualità

36 anni fa la tragedia dell'Heysel: Venaria e Grugliasco omaggiano le 39 vittime con fiori e pietre d'inciampo

Due celebrazioni nella mattinata odierna

Un momento della cerimonia di oggi a Grugliasco

Quest'oggi, sabato 29 maggio 2021, ricorre il 36esimo anniversario della tragedia dell'Heysel

Le città di Venaria e Grugliasco, con due diversi momenti, hanno voluto commemorare quella drammatica sera: era il 29 maggio del 1985 quando, poco prima dell'inizio della finale di Coppa dei Campioni di calcio tra Juventus e Liverpool, allo stadio Heysel di Bruxelles, morirono 39 persone, di cui 32 italiane, e ne rimasero ferite oltre 600. 

Il sindaco di Venaria, Fabio Giulivi, si è recato - assieme all'assessore allo Sport, Luigi Tinozzi - al J Museum, il museo della Juventus, per ricordare la tragedia dell'Heysel e deporre un mazzo di fiori presso la stele commemorativa a ricordo delle 39 vittime. Annunciando come, a breve, verrà realizzata e inaugurata "una targa commemorativa in ricordo di questa tragedia". 

VENARIA GIULIVI HEYSEL J MUSEUM-2

Giulivi, che ha incontrato il presidente del J Museum, Paolo Garimberti, ed il direttore Marco Albano,  ha anche spiegato il perché di questo gesto: "Un ricordo per chi era dentro quello stadio maledetto e di chi tremava davanti alla tv, di chi ha versato lacrime commosse per un ritorno a casa e di chi le ha finite davanti a una tragedia, di chi non era nato però ha saputo, e ha pianto e provato rabbia lo stesso.  Sono trentasei anni, oggi, da una notte traditrice che doveva essere festa ed è diventata dramma. Il ricordo di quelle 39 vittime, di oltre 600 feriti, rimane vivo ancora oggi e ritorna prepotentemente ogni volta che accadono incidenti nel corso di eventi sportivi. A tutte le vittime, alle loro famiglie, va ancora una volta il pensiero e la preghiera di tutti noi".

39 pietre d'inciampo a Grugliasco nel giardino "Vittime dello stadio Heysel"

Una pietra d'inciampo per ognuna delle vittime dell'Heysel. Questa mattina, sabato 29 maggio 2021, a Grugliasco, nel giardino "Vittime dello stadio Heysel", in via Galimberti 5 a Grugliasco, si è tenuta la tradizionale commemorazione dei 39 tifosi morti il 29 maggio 1985 a Bruxelles durante la finale di Coppa Campioni Juventus-Liverpool.

L’Amministrazione comunale di Grugliasco, insieme allo Juventus Official fan club Grugliasco Alessio Ferramosca & Riccardo Neri, ha voluto celebrare e commemorare i 36 anni dalla tragedia dello stadio Heysel, effettuando un restyling della pavimentazione del giardino, inserendo 39 pietre d’inciampo lungo il percorso del giardino che porta alla targa dedicata ai 39 tifosi.  

La breve cerimonia ha coinvolto le autorità, le forze dell’ordine, i cittadini, i Club e i tifosi. A ricordare per primo quella tragica serata Carlo Rossanigo del Juventus Official fan club Grugliasco e a seguire un messaggio dell'associazione dei familiari delle vittime dell'Heysel, del rappresentante dell'associazione "Quelli di via Filadelfia". Poi gli interventi di del sindaco di Grugliasco Roberto Montà e di Gianluca Pessotto U23s and U19s Team Coordinator della Juventus FC.

Tutti presentati da Marco Dejana-Nanà che ha letto i nomi delle vittime. Presenti anche i rappresentanti del Museo del Grande Torino di Grugliasco con la bandiera "+39". Insieme hanno posizionato due corone e un mazzo di fiori, a ridosso delle due targhe, in ricordo delle 39 vittime e scoperto le 39 pietre d'inciampo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

36 anni fa la tragedia dell'Heysel: Venaria e Grugliasco omaggiano le 39 vittime con fiori e pietre d'inciampo

TorinoToday è in caricamento