menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pino Mangano, aveva 61 anni

Pino Mangano, aveva 61 anni

Torino e Borgaro dicono addio a Pino, imprenditore con la passione delle moto: vinto dal Covid-19

Aveva 61 anni

Torino e Borgaro dicono addio a Pino Mangano. Aveva 61 anni e il Covid-19 lo ha strappato all'affetto dei suoi cari dopo un mese abbondante di lotta in ospedale.

Mangano era un imprenditore nel settore motociclistico e dello stampaggio e da sempre aveva la passione per le moto, tanto da diventare pilota.  

A Borgaro è conosciuto per aver organizzato, assieme a Bruno Morselli, la nuova era della TransBorgaro, gara di motocross che ha caratterizzato gli ultimi due decenni e che solo nelle ultime edizioni era stata sospesa, vuoi per motivi di natura economica vuoi per il Covid-19.

“Ho perso un amico, una spalla. Pino è stato fondamentale nella rinascita della TransBorgaro. Nei mesi scorsi ci eravamo incontrati in municipio per definire una possibile edizione 2021, ma il Covid non ce lo ha permesso. Una volta terminata la pandemia, cercheremo di onorare la sua memoria in ogni modo. Perché Pino se lo merita”, lo ricorda Morselli.

Chi lo ha conosciuto lo ricorda come "un uomo estremamente appassionato che, insieme a Bruno Morselli, ha reso grande la celebre Transborgaro. Poco incline ai social e alla stampa, ha sempre concentrato le sue attenzioni verso questa manifestazione tanto celebre quanto conosciuta in tutto il mondo. Un impegno profuso quotidianamente, che ha permesso all'evento di crescere anno dopo anno, tanto da ospitare in ogni occasione campioni di calibro mondiale", questo uno dei tanti ricordi trovati in rete nei gruppi dedicati agli amanti delle due ruote a motore.

In un altro gruppo, Mangano viene descritto come "L'uomo dei manubri Reikon e della Transborgaro. La notizia ci ha colpito totalmente alla sprovvista, perché Pino era uno in gran forma, sprizzante di energia e soprattutto sempre attento a non esporsi a questo terribile virus. Invece se n'è andato nello stesso modo in cui ha vissuto; sbattendoti la realtà in faccia, che ti piacesse o meno. Perché era fatto così e tutti gli volevamo bene per questo. Indimenticabili le emozioni che ci ha regalato con le edizioni della Transborgaro. Grazie Pino". 

Non si è fatto attendere il ricordo del sindaco di Borgaro, Claudio Gambino, e del vicesindaco, Fabrizio Chiancone, che in questi anni si sono più volte interfacciati con Mangano per l'organizzazione della TransBorgaro: “Con Bruno Morselli ha ridato linfa ad un evento sportivo che ogni anno richiamava tantissimi appassionati di moto qui a Borgaro. Grazie a loro due, che avevano anche deciso di organizzarla con tanti piloti non più in attività, la TransBorgaro era diventata internazionale. Un'altra pietra miliare di Borgaro che non c'è più ma sicuramente troveremo il modo per ricordarla”, commentano i due amministratori borgaresi.

Al momento non è ancora stata resa nota la data, e il luogo, delle esequie. Lascia due figlie. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento