Addio al professor Pietro Bracco, punto di riferimento e maestro di tantissimi dentisti, in Italia e nel mondo

Aveva 79 anni

Pietro Bracco, aveva 79 anni

Per tutti era il Maestro. Era il punto di riferimento per chi, dell'ortodonzia e del ramo dell'ortognatodonzia (la correzione estetica e funzionale delle malformazioni mascellari e delle anomalie di posizione dei denti, ndr) ne ha fatto la sua professione.

Il dottor e professor Pietro Bracco è morto lo scorso 4 settembre a 79 anni, dopo aver battagliato con la malattia.

La sua lunga carriera è stata costellata di grandi scoperte che hanno letteralmente rivoluzionato il suo settore medico a livello mondiale, con nuovi apparecchi correttivi e tecniche operatorie che hanno ridotto tempi di guarigione e invasività degli interventi stessi e migliorando la vita di tanti pazienti (compreso l'autore di questo articolo, ndr). 

I colleghi ricordano come il professor Bracco fosse un visionario e un mentore per i suoi allievi. "La sua originalità di pensiero ha arricchito il mondo universitario, i suoi pazienti hanno beneficiato di un intuito che andava oltre la tecnica operativa, la sua lungimiranza sindacale ha permesso a tutti gli ortodontisti di allargare gli orizzonti, la sua generosità ha dato aiuto e conforto ai colleghi in difficoltà. La sua memoria storica lo colloca tra i Padri dell’Ortodonzia italiana, la sua grande umanità lascia un vuoto nel cuore di tanti", scrive Patrizia Biancucci sul Dental Tribune, sito specializzato.

Oltre allo studio di via Muriaglio, aperto e condiviso con il dottor Enzo Viora, nel 1983 aveva dato vita al centro Cassiopea di corso San Maurizio, proprio negli anni in cui Bracco era direttore della Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia dell’Università di Torino.

Scuola di Specializzazione che ora si chiama "Dental School", al Lingotto, dove ogni anno vengono preparati i dentisti del futuro. Dentisti che studiano, si laureano e si specializzano seguendo le orme del Maestro. 

Il professor Bracco lascia le figlie Savina e Carlotta, il genero Roberto, i nipoti Alessandro e Silvia, i fratelli Giuseppe e Giuseppina.

Il funerale verrà celebrato domani, lunedì 7 settembre, alle 10, presso la parrocchia San Pellegrino Laziosi di corso Racconigi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

  • Cammina sulle auto parcheggiate, poi si lancia su una e le sfonda il parabrezza: arrestato

  • Elezioni 2020, in 23 comuni del Torinese i cittadini sceglieranno il sindaco e il consiglio comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento