Attualità Strada Barauda

Fototrappole contro l'abbandono dei rifiuti: multe per 3mila euro

Il sindaco: "Non è solo un atto incivile, è anche un reato"

Le fototrappole di Moncalieri in azione

Le telecamere che smascherano i maleducati e gli incivili a Moncalieri cominciano a sortire i primi effetti. L'amministrazione, nei mesi scorsi, ha acquistato fototrappole di ultima generazione: si tratta di videocamere in dotazione alla polizia locale,  che sono state posizionate soprattutto nelle zone dove è più frequente l'abbandono di rifiuti abusivi. Laddove insomma, magari di notte, chi è meno dotato di senso civico e non ha voglia di smaltirli in maniera corretta, lascia i propri rifiuti, contribuendo a dar vita a vere e proprie discariche a cielo aperto.

Multe salate

Adesso però la pacchia è finita. Le fototrappole posizionate nei punti strategici, quando rilevano un movimento, scattano foto e video, anche nelle ore notturne, grazie ai led infrarossi. Da quando è terminato il lockdown sono stati dieci i "maleducati" beccati dalle telecamere. Gli ultimi in strada Barauda e in via Freylia Mezzi. Gli autori del gesto dovranno pagare una multa di 3mila euro e provvedere alla pulizia dell'area, stavolta smaltendo i rifiuti da loro abbandonati, in maniera corretta: all'ecocentro e a proprie spese.

"L’abbandono illegale di rifiuti - ha dichiarato il sindaco di Moncalieri, Paolo Montagna - non è solo un gesto incivile e maleducato, che denota la più totale assenza di senso civico. E’ un reato, frutto di un comportamento che intendiamo perseguire con decisione. Nei prossimi mesi - ha aggiunto - le fototrappole continueranno a essere posizionate in numerose zone della città, con l’obiettivo di alzare il livello di contrasto a questo fenomeno ancora troppo diffuso".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fototrappole contro l'abbandono dei rifiuti: multe per 3mila euro

TorinoToday è in caricamento