Linea Metro 2 più vicina: approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica

Lunga 28 chilometri, 32 le stazioni

Immagine di repertorio

Passi in avanti verso la realizzazione della linea metro "2".

Oggi, martedì 4 febbraio 2020, la Giunta Comunale di Torino ha approvato il progetto di fattibilità tecnico-economica, redatto dal raggruppamento d'imprese che ha come capofila la società francese Systra.

L’iter per la costruzione della linea 2 proseguirà ora con la convocazione della conferenza dei servizi e l’avvio della procedura di verifica di assoggettabilità alla valutazione d'impatto ambientale.

La seconda linea metropolitana si svilupperà su un tracciato di quasi 28 chilometri, con 32 stazioni. Questo perché, rispetto al progetto iniziale che andava dalle stazioni Anselmetti e Rebaudengo, per un totale di quasi 16 chilometri e 23 stazioni, si è optato per una estensione verso Orbassano (circa 5700 metri e 5 stazioni) e San Mauro (circa 6500 metri e 4 stazioni).

I mezzi utilizzati saranno simili a quelli oggi in funzione sulla linea "1", seppur di nuova concezione. 

La linea "2" si incrocerà con la "1" in corrispondenza di Porta Nuova, in via Nizza. Proseguendo verso sud toccherà il Politecnico e arriverà allo stabilimento FCA di Mirafiori. Dopo la stazione Anselmetti (ora all’interno dello svincolo della tangenziale sud), raggiungerà Orbassano Centro passando attraverso Beinasco Fornaci, Beinasco Centro, Orbassano Centro Ricerche (dove è ipotizzato il nodo di scambio con mezzi pubblici e privati) e Pasta di Rivalta.  

La fermata del centro storico di Torino sarà realizzata sotto piazza Carlo Alberto. Si raggiungeranno quindi i Giardini Reali, per toccare poi la frequentatissima zona del Campus Einaudi.

Nella zona nord, i treni attraverseranno via Bologna e l’ex trincerone, arrivando nei pressi dell’ospedale San Giovanni Bosco e, quindi, giungere alla stazione ferroviaria Rebaudengo. Dal bivio Cimarosa Tabacchi avrà origine la deviazione che, attraverso piazza Sofia, Banca/Bertolla, via Aosta (dove è prevista la stazione di San Mauro Pra Granda) raggiungerà l’area industriale di Pescarito.

I parcheggi di interscambio - con circa mille stalli per vetture ciascuno - saranno realizzati nelle stazioni di Orbassano, Anselmetti e San Mauro/Pescarito.

I due depositi dovrebbero essere realizzati nell'area di San Mauro-Pescarito per la zona nord, mentre per l’area sud-ovest dovrebbe essere tra il deposito Gtt e il cimitero Parco di via Bertani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primo caso di Coronavirus a Torino: un quarantenne che è stato in contatto con i casi in Lombardia

  • Precipita dal quarto piano mentre fa lavori in casa: morto dopo l'arrivo in ospedale

  • Moto trovata in un fosso a bordo strada: centauro morto nonostante i soccorsi

  • Perde il controllo dell'auto che invade la corsia opposta: scontro frontale, ragazzo grave in ospedale

  • Abbandona un sacco lungo la strada: “pizzicato” dalle telecamere e sanzionato dai vigili

  • A fuoco officina al pianterreno della palazzina, fiamme visibili da distante: chiuse tutte le strade

Torna su
TorinoToday è in caricamento