Lapo Elkann a Verissimo: "Abusato a 13 anni, ho pagato le conseguenze dell'uso di sostanze"

L'imprenditore racconta la sua nuova vita e parla dei suoi sogni

Lapo Elkann in un’intervista rilasciata nella prima puntata di Verissimo, in onda sabato 12 settembre su Canale 5, si racconta a 360 gradi: dall'infanzia ai progetti per il futuro, confidando il proposito di voler cominciare una nuova fase della sua vita.

L'intervista parte con i ricordi del passato per arrivare al presente e alla possibilità di avere un figlio (“Io amerei diventare papà, ma ho paura. Non voglio fare un figlio tanto per farlo” dice). Parlando della sua infanzia, Lapo confessa: “Non ho amato molto la mia infanzia. Sono stato un bambino dislessico, iperattivo, affetto da deficit dell’attenzione e siccome a scuola ero sempre indietro, volevo dimostrare di essere più forte” e aggiunge un ricordo estremamente doloroso e grave legato a quegli anni. “In collegio, a 13 anni, sono stato abusato più volte e un fatto come questo ti porta ad andare, a volte, verso l’autodistruzione, perché l’abusato si sente in colpa. È importante dirlo. Se non lo affronti con profondità questo dolore negli anni ti mangia, ti porta a vivere la vita con grandissima difficoltà”.

Lapo Elkann: "Con le sostanze anestetizzavo i dolori"

A Silvia Toffanin, che gli chiede come abbia fatto a superare questo trauma, Lapo risponde: “La mia sensibilità e la mia grande forza di volontà mi hanno aiutato. Non ho paura delle mie fragilità. Ho imparato ad accettare me stesso e a chiedere aiuto. C’è voluto del tempo ma oggi sto bene con chi sono”.

Il rampollo di casa Agnelli racconta con grande sincerità delle sue passate dipendenze: “Quando sei solo, ad un certo punto la fragilità non sai come affrontarla. Le sostanze ti distruggono la vita ed io di problemi ne ho avuti. Per me – prosegue – l’uso di sostanze era un anestetizzante. Anestetizzavo un dolore che sentivo in me. Purtroppo ne ho pagato più volte le conseguenze… Io di male me ne sono fatto abbastanza da solo, d’ora in poi voglio altro”.

"Vorrei trovare una donna come nonna Marella"

Parlando dell’avvocato Agnelli, Lapo racconta: “Mio nonno mi ha dato e insegnato tanto. E’ una delle persone a cui ho voluto più bene nella vita insieme a mia nonna Marella”. E proprio ricordando nonna Marella, Lapo confessa: “Magari riuscissi a trovare una donna con le sue qualità. Ora – chiosa – comunque sono molto felice, ho una fidanzata portoghese molto simpatica e diversa da tutte le donne che ho avuto in passato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma alla domanda se si sente pronto per diventare papà, Lapo Elkann dice: “Io amerei diventare papà, ma ho paura. Non voglio fare un figlio tanto per farlo, ma voglio incontrare la donna della mia vita per poi fare un figlio con lei”.

L'intervista di Silvia Toffanin a Lapo Elkann (video)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna trionfa al primo turno

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Delirio in tangenziale: si scontrano auto, furgone e tir. Code di dieci chilometri

  • Elezioni comunali a Venaria Reale: sarà ballottaggio tra Giulivi e Schillaci

  • Prodotti tipici, feste di via e festival: cosa fare a Torino sabato 26 e domenica 27 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento