Coronavirus, controllo del territorio: a vigilare sugli spostamenti anche 101 cittadini volontari

A Grugliasco da sabato 11 aprile parte il progetto “Controllo di comunità”. I volontari segnaleranno eventuali trasgressioni  

Immagine di repertorio

Una vera e propria task force messa in campo dall’Amministrazione comunale di Grugliasco e coordinata e gestita dalla Polizia locale e dalla Protezione civile di Grugliasco per monitorare meglio e controllare le uscite ingiustificate dei cittadini nel periodo pasquale. Veri e propri presidi che coinvolgeranno, su tutto il territorio grugliaschese (compresi parchi, giardini, aree verdi e mercati), molti cittadini delle associazioni di volontariato, tra cui quelle anche iscritte al registro di protezione civile, e i volontari già formati per il controllo sull’applicazione delle norme di salvaguardia sanitaria.

“Presidieranno la città – spiegano il sindaco di Grugliasco Roberto Montà e l’assessore alla protezione civile Raffaele Bianco – in un cosiddetto “controllo di comunità” sul territorio in occasione delle festività pasquali con prosecuzione sino al termine dell'emergenza sanitaria”.

“In particolare i volontari impiegati nelle attività di controllo territoriale – afferma il comandante della polizia locale Massimo Penz – assumono la funzione di monitoraggio delle zone da presidiare e del possesso dell’autocertificazione”.

Attualmente l’Amministrazione comunale può contare su un contingente di circa 101 volontari, così ripartiti: Associazione nazionale Carabinieri (33), Vigili del Fuoco (4), Croce Rossa Italiana (4), Gruppo scout Agesci (10), Cittadini (50).

Da sabato 11 aprile saranno presenti su tutto il territorio grugliaschese, tutti i giorni, forniti di mascherine, guanti ed eventuali occhiali protettivi (in base al servizio da effettuare), indossando pettorine rifrangenti e tesserino di riconoscimento fornito dalla Protezione Civile per essere riconoscibili dai cittadini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Firmato il decreto: Piemonte zona arancione, che cosa si può e non si può fare da domenica 17 gennaio 2021

  • Piemonte in zona gialla: le regole in attesa della nuova stretta nazionale

  • Multato in auto dopo mezzanotte. "Ma sono un papà separato, andavo da mia figlia che stava male"

  • Infarto mentre fa jogging nel parco a Torino, morto avvocato di Settimo. Ambulanza bloccata dai dissuasori

  • Follia a Nole: scatta alcune fotografie col cellulare, ma poco dopo la obbligano a cancellarle

  • Normativa anticovid, controlli nelle aree verdi di Torino: sanzionati 16 sportivi

Torna su
TorinoToday è in caricamento