La piazza cambierà volto, al via i lavori di riqualificazione

Progetto “Rinascimento urbano”

Come verrà trasformata la piazza

Da lunedì 3 febbraio a Giaveno partono i lavori di riqualificazione di piazza Sant’Antero. La data prevista di chiusura del cantiere è il 15 marzo. Per non intralciare i lavori è stato istituito il divieto temporaneo di sosta con rimozione forzata che sarà in vigore tutti i giorni dal 3 febbraio dalle 8 alle 18.

Si tratta della prima parte del progetto “Rinascimento urbano”, che riguarda la storica piazza alta: previste l’installazione di nuovi elementi di arredo e la realizzazione di una fontana come luogo di incontro, sosta e ristoro per i cittadini. In generale, comprendendo anche il secondo lotto, il progetto si prefigge di ricucire architettonicamente gli spazi tra via XX Settembre e via IV Marzo e intorno all’edificio dell’ex scuola Anna Frank, con la realizzazione della Fontana delle 100 borgate: sedute e arredi per un inedito spazio di socializzazione. 

Un progetto per l’abbellimento e la riqualificazione del centro storico giavenese inteso come comunità sociale unita e aperta. La cultura e la disponibilità dei servizi offerti al cittadino dal polo culturale sito nell’ex Anna Frank, con il Museo Alessandri, le sedi delle associazioni e la futura biblioteca, sono il perno del progetto. Si pongono le basi per il futuro recupero dell’ex municipio di via XX settembre. 

Nel presentare questi lavori, il Sindaco Carlo Giacone, il Consigliere delegato ai Lavori Pubblici, Mauro Morisciano e il Consigliere delegato alle linee e obiettivi urbanistici Paolo Guglielmino  commentano: “Si tratta di un’opera importante che cambierà volto al centro della nostra Città, rendendola ancora più attrattiva dal punto di vista turistico e più bella anche per i residenti. Pensiamo a un punto di incontro in pieno centro, con luoghi di sosta, di gioco, al fresco. Un angolo che ridarà a una delle nostre piazze più vecchie lo splendore che merita”. 

Il progetto “Rinascimento Urbano” per il ripristino del centro storico sarà realizzato grazie al contributo della Famiglia Perazzini, proprietaria dell’ex cartiera Reguzzoni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento