rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Attualità Chieri / Via Fratelli Fea

Chieri, gli amministratori locali "no green pass" denunciano il Governo: "Sono legittimi i decreti legge?"

Questa mattina depositato alla stazione dei carabinieri

I consiglieri comunali "no green pass" che ora sono racchiusi nel "Coordinamento Nazionale Amministratori Locali No Green Pass" questa mattina hanno depositato ai carabinieri di Chieri una denuncia-querela contro il Governo e per chiedere alla magistratura e agli organi competenti "una verifica della legittimità dei provvedimenti emanati dal Governo nei decreti legge che si sono susseguiti dal 1 aprile 2021 fino a quelli delle ultime festività e, ancora, quello recente del 7 gennaio 2022", spiegano il presidente Giuseppe Lauria e i vicepresidenti Antonio Borrini e Luigi Furgiuele.

"Ci eravamo promessi, come Coordinamento Nazionale, di essere l’ultimo baluardo delle libertà costituzionalmente sancite e per questo motivo abbiamo deciso di procedere attraverso gli strumenti democratici a nostra disposizione. Questa iniziativa verrà allargata non solo a tutti gli amministratori sul territorio nazionale che vorranno aderire, ma tutti i cittadini che lo riterranno opportuno. Come cittadini italiani e soprattutto come amministratori locali, siamo certi che la magistratura farà il suo corso", concludono Lauria, Borrini e Furgiuele.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chieri, gli amministratori locali "no green pass" denunciano il Governo: "Sono legittimi i decreti legge?"

TorinoToday è in caricamento