rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

Dopo la morte di un docente a Biella, la Regione sospende la somministrazione di un lotto di AstraZeneca

In tutto il Piemonte fino al termine degli accertamenti

A scopo precauzionale, sono state sospese in Piemonte le somministrazioni di un lotto di vaccino AstraZeneca, il "ABV5811" e del quale faceva parte il vaccino somministrato a un docente di Biella, morto ieri, sabato 13 marzo 2021, era stato somministrato il vaccino.

Lo stop è stato deciso dal commissario dell‘Area giuridico-amministrativa dell’Unità di crisi della Regione Piemonte, Antonio Rinaudo, e sarà vigente "fino al completamento degli esiti dei riscontri per verificare l’eventuale nesso di causa".

È stata subito convocata la Commissione piemontese sulla farmaco-vigilanza per l’attivazione di tutte le procedure previste dalla legge. Si riunirà nel pomeriggio.

“Si tratta - specifica l’assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Luigi Genesio Icardi - di un atto di estrema prudenza in attesa di verificare se esista un nesso di causalità tra la vaccinazione e il decesso. Ad oggi in Piemonte non era mai stata segnalata nessuna criticità particolare dopo la somministrazione dei vaccini”.

Pertanto, le somministrazioni di vaccini AstraZeneca, appartenenti a lotti diversi, possono riprendere immediatamente.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la morte di un docente a Biella, la Regione sospende la somministrazione di un lotto di AstraZeneca

TorinoToday è in caricamento