Lotta all’abbandono di rifiuti nell'area del ponte sul Po: arrivano le fototrappole

Tra i territori di Carmagnola e Carignano

Immagine di repertorio

Il Comune di Carmagnola ha approvato la bozza della convenzione con l’Ente di Gestione delle Aree Protette del Po torinese per l’installazione e l’utilizzo di fototrappole per contrastare l’abbandono di rifiuti, piaga particolarmente evidente nell’area del ponte sul Po, nel territorio di Carmagnola. La zona è stata infatti luogo di ripetuti abbandoni di rifiuti di piccole e grandi dimensioni, con conseguenti costi a carico della collettività per la rimozione e lo smaltimento. Il problema principale risiede poi nell’inquinamento del sito e nelle conseguenti problematiche igienico sanitarie. 

La convenzione con l’Ente di Gestione delle Aree Protette del Po prevede che il Comune di Carmagnola fornisca 2 fototrappole che saranno installate e utilizzate dal servizio di Vigilanza del Parco per il controllo del territorio. Il servizio si avvale già da tempo, in altri luoghi, di attrezzature di videosorveglianza per il contrasto agli abbandoni di rifiuti. I Guardiaparco si occuperanno pertanto della visione dei filmati e della redazione degli atti amministrativi e della procedura sanzionatoria. Il corpo delle GIAV del Comune di Carmagnola darà supporto ai guardiaparco attraverso le segnalazioni di abbandoni e l’installazione delle fototrappole. 

Commenta l’Assessore all’Igiene Urbana, Massimiliano Pampaloni: “L’area del ponte del Po tra Carmagnola e Carignano è stata in questi anni oggetto di svariati interventi di pulizia che hanno comportato costi per tutti i contribuenti carmagnolesi. Attraverso questa convenzione il controllo sulla zona verrà decisamente potenziato, con strumenti che ci permetteranno di individuare e sanzionare gli autori degli abbandoni. Ringrazio l’Ente di Gestione delle Aree Protette del Po per la disponibilità a collaborare in questo percorso di lotta agli abbandoni. L’impegno della nostra amministrazione riguarda anche, ovviamente, il controllo del territorio urbano che è oggetto di numerosi abbandoni. Stiamo procedendo per questo anche all’acquisto di fototrappole da installare in città”.
 

Potrebbe interessarti

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

  • Il Farò di San Giovanni, speriamo che la pira caschi dalla parte giusta!

  • Il gelato secondo i torinesi: dibattito aperto alla ricerca della gelateria preferita

  • Le migliori vinerie: dove comprare il vino sfuso a Torino

I più letti della settimana

  • Il destino è stato più veloce di Luigi, che era appena diventato papà di una bambina

  • Morto in casa da giorni, i suoi cani sbranano il corpo

  • Tragedia nel cortile: bimba piccola investita dall'auto della mamma, morta

  • Alimenti putrefatti, blatte, scarafaggi ed escrementi: chiuso il panificio-pasticceria

  • Meteo: addio ai temporali, arriva il super caldo

  • Pesche alla piemontese: un dolce estivo, leggero, veloce e facile da preparare

Torna su
TorinoToday è in caricamento