Qualità dell'aria, scatta il livello arancione: da domani stop ai diesel fino all'Euro 5 dalle 8 alle 19

Si fermano anche benzina Euro 1, veicoli commerciali Euro 3 ed Euro 4 diesel

Immagine di repertorio

Nonostante il Piemonte sia in "zona rossa", da domani, martedì 17 novembre 2020, ecco che i cittadini devono fare i conti anche con l'entrata in vigore dei provvedimenti per il miglioramento della qualità dell'aria previsti dall’accordo di bacino padano.

La concentrazione delle polveri sottili nell'aria ha, infatti, superato i 50 microgrammi al metro cubo, mantenendosi sopra tale soglia per più di quattro giorni consecutivi.

E così scatta il livello "arancione", che sarà in vigore almeno fino a giovedì 19 novembre 2020 compreso nei seguenti Comuni: Torino, Beinasco, Borgaro, Collegno, Grugliasco, Moncalieri, Nichelino, Orbassano, Rivoli, San Mauro, Settimo, Venaria, Caselle, Chivasso, Leini, Mappano, Pianezza, Volpiano e Chieri. E, fuori provincia, ad Alessandria, Casale, Novi Ligure, Tortona, Asti, Novara, Trecate, Vercelli.

Da domani, martedì 17 novembre, per il traporto persone alle limitazioni permanenti già in vigore si aggiungono i blocchi sui veicoli diesel fino a Euro 5 e sui veicoli benzina fino a Euro 1, dalle 8 alle 19. 

Per il trasporto merci (categorie N1, N2, N3) scatta invece il divieto di circolazione dei veicoli diesel con omologazione Euro 3 e Euro 4, dalle 8 alle 19 (nei giorni festivi dalle 8.30 alle 14 e dalle 16 alle 19).

Le limitazioni permanenti in vigore sono le seguenti: gli autoveicoli di classe Euro 0 (tutte le alimentazioni: benzina, diesel, metano, gpl) per il trasporto persone o merci sono fermi tutto il giorno per tutto l'anno (compresi i giorni festivi). Per i diesel tale divieto è esteso agli Euro 1 e agli Euro 2.

Fino al 31 marzo 2021 la circolazione è vietata anche per ciclomotori e motocicli Euro 0 e i veicoli diesel Euro 3, per il trasporto di persone o merci, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19.

Giovedì prossimo il nuovo rilevamento curato da Arpa Piemonte sulla concentrazione giornaliera di pm10 nell’aria ci dirà se il blocco arancio proseguirà o potrà essere revocato.

Emergenza Covid: chi può circolare

Le ordinanze di limitazione del traffico veicolare prevedono una serie di esenzioni per il personale sanitario e dell’assistenza che è impegnato nella gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19.

Medici, infermieri, operatori socio-sanitari, operatori assistenziali (compresi i volontari che operano per enti o associazioni che erogano servizi di assistenza), ma anche i pazienti e i loro accompagnatori che si recano presso strutture sanitarie per terapie, interventi o esami diagnostici, sono esentatati dalle limitazioni della circolazione negli spostamenti necessari alla loro attività.

Compresi in questa lista anche tutti i mezzi dei servizi di soccorso e i veicoli utilizzati per il rifornimento di medicinali e per il trasporto di pasti.

Sono infine esentati i veicoli di incaricati dei servizi di pompe funebri e quelli utilizzati per il trasporto di persone che partecipano a cerimonie funebri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Tragedia a Torino: uomo si toglie la vita gettandosi nel Po

Torna su
TorinoToday è in caricamento