Babbi Natale al Regina Margherita: il raduno 2018 sarà strepitoso 

Al via la distribuzione del kit da sabato 3 novembre

Immagine di repertorio

Da sabato 3 novembre parte la distribuzione del kit di Babbo Natale per coloro che vorranno regalare un momento di felicità ai piccoli pazienti dell’Ospedale Regina Margherita. A fronte di una donazione alla Fondazione FORMA si riceverà il kit di Santa Klaus da indossare il 2 dicembre, quando migliaia di Babbi Natale – come da tradizione - si raduneranno in Piazza Polonia per un momento di festa dedicato ai pazienti del nosocomio

Più possibili kit tra cui scegliere: con una donazione di 5 euro sarà possibile avere il vestito tradizionale di Santa Klaus o le muffole con sciarpa e cappello e con una donazione di 8 euro la morbidissima coperta di Babbo Natale.

Punti di distribuzione dei vestiti: 

Sabato 3 e Domenica 4 novembre
Decathlon Grugliasco, Decathlon Moncalieri e Decathlon Settimo Torinese. Orario 10 - 19

Sabato 10 e Domenica 11 novembre 
Banchetto via Lagrange: Via Teofilo Rossi angolo via Lagrange di Fronte alla Rinascente. Orario 10.30 - 19
Centro Commerciale Le Gru - Grugliasco. Orario 10.30 - 19
Decathlon Grugliasco, Decathlon Moncalieri e Decathlon Settimo Torinese. Orario 10 - 19 
Eataly Lingotto. Orario 10.30 - 19.

Nel frattempo, 150 classi da tutto il Piemonte si stanno preparando al Raduno con la creazione della Casa di Babbo Natale, che dovrà essere costruita utilizzando materiale riciclato e/o riciclabile. Tutte le case saranno uguali nelle dimensioni e nella forma, ma ognuna sarà unica, perché al suo interno sarà arredata con gli oggetti più importanti per ogni alunno, quelli che non possono mancare nella casa di un bambino nel periodo natalizio. Tutte le costruzioni saranno poi installate sul piazzale dell’Ospedale il giorno del Raduno dei Babbi Natale e saranno disponibili al pubblico a fronte di una donazione: un’alternativa all’albero di Natale, per un Natale più sostenibile.

L’obiettivo della raccolta fondi del Raduno 2018

Finanziare l’upgrading della Risonanza Magnetica del Regina Margherita che permetterà tempi di esecuzione dell’esame ridotti, miglioramenti della qualità delle immagini e livelli di emissioni acustiche prossimi a quelli ambientali, con evidente confort del piccolo paziente. Un obiettivo del costo di 500.000 Euro, di cui beneficerà tutto l’Ospedale Infantile e in cui tutti i reparti saranno coinvolti, compresa l’emergenza pediatrica. L'upgrading della Risonanza Magnetica non è un semplice aggiornamento, bensì la sostituzione di numerose parti hardware (tra cui i gradienti e le bobine) e delle procedure software, con il risultato di avere a tutti gli effetti una macchina radiologica praticamente nuova, in grado di effettuare esami performanti sui piccoli pazienti.

Per scoprire i nostri consigli sui regali di Natale clicca qui!

Potrebbe interessarti

  • Medusa, rimedi anti puntura: gli errori da non commettere mai

  • Bevute eccessive: gli effetti immediati, il post-sbornia, i rimedi

  • Spioncino digitale, la tecnologia al servizio della sicurezza

  • Funghi, come raccoglierli in sicurezza

I più letti della settimana

  • Ragazza arriva in ospedale per un trapianto di cuore, ma i medici salvano il suo

  • Tragedia nella caserma degli alpini: militare trovato impiccato alla tromba delle scale

  • Muore otto giorni dopo l'incidente: era troppo debole, non ce l'ha fatta

  • Tragedia nel condominio: donna si suicida gettandosi dal settimo piano

  • Scontro frontale tra moto e auto: due centauri sbalzati via per diversi metri, sono gravi

  • Due auto e una moto si scontrano: feriti i tre conducenti, strada chiusa

Torna su
TorinoToday è in caricamento