Attualità Piazza della Repubblica

Nelle magnificenze della Reggia di Venaria nasce un'aula studio universitaria

A partire dal prossimo 22 giugno 2021

L'aula studio nella Reggia di Venaria

Un'aula studio all'interno della Reggia di Venaria Reale. Aprirà i battenti martedì prossimo, 22 giugno 2021, l'aula presente all’ultimo piano dell’area delle Scuderie Juvarriane.

L’aula consiste in 40 postazioni per 650 metri quadrati, dove non mancherà la connessione alla rete wi-fi e sarà accessibile con entrata dedicata dal Cortile delle Carrozze. L’area sarà aperta dal martedì al sabato dalle 10 alle 17 previa prenotazione nell’apposita sezione del sito www.lavenariareale.it.

Sarà a disposizione delle studentesse e degli studenti del mondo universitario piemontese. Questo grazie all’accordo tra il Consorzio delle Residenza Reali Sabaudee Edisu, l’Ente al diritto allo studio universitario, presentato mercoledì in Reggia. 

Gli studenti che ne fruiranno potranno visitare gratuitamente Reggia e Giardini dalle 15 all’orario di chiusura al pubblico, presentando il voucher d’accesso all’aula studio in biglietteria.

“I dati periodicamente diffusi dall’Istat ci dicono da tempo che ben i due terzi della popolazione italiana con più di 15 anni di età nell’arco dei dodici mesi non visita nessun museo o sito storico-artistico. Avvicinare le giovani generazioni alla cultura significa quindi compiere un doveroso investimento sul futuro del nostro Paese e sono operazioni come quella condivisa con Edisu che ci consentono di dare basi solide ai cittadini di domani. Una strada che alla Reggia di Venaria abbiamo scelto di intraprendere da tempo e che stiamo ancor più perseguendo in questi mesi così complicati proprio per i nostri ragazzi, messi duramente alla prova dall’emergenza sanitaria”, commenta la presidente del Consorzio, Paola Zini.

E’ duplice l’obiettivo di Edisu, come spiega il presidente Alessandro Ciro Sciretti: “Da una parte quello di ampliare l’offerta dei servizi dedicati agli studenti e alle studentesse e al contempo favoriamo e stimoliamo la loro attenzione verso siti di grande bellezza e valore storico, dove si può respirare cultura dodici mesi l’anno”.

Presente anche il sindaco Fabio Giulivi che ha rimarcato come si tratti di “una straordinaria possibilità di poter studiare in uno dei posti più belli d'Europa abbinando l'alta formazione con il momento culturale. Un'aula in una Residenza Sabauda con vista sui Giardini più belli d'Italia...viene quasi voglia di iscriversi nuovamente all’Università. Venaria ha più di 1000 studenti universitari, un numero notevole. Vogliamo essere sempre di più una Città a misura dei giovani e degli studenti, e presto la Torino Ceres aumenterà le possibilità di mobilità per gli studenti di altri comuni così da provare delle giornate di studio diverse dal solito in un ambiente bello come questo e a costo zero grazie ad Edisu, Reggia e Regione Piemonte per aver creduto in Venaria Reale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle magnificenze della Reggia di Venaria nasce un'aula studio universitaria

TorinoToday è in caricamento