rotate-mobile
Venerdì, 26 Novembre 2021
Attualità

Biglietti annullati alle ATP: lo sfogo dei tifosi rimasti fuori dal PalaAlpitour, tra rabbia e proteste

Per la capienza ridotta alcuni non sono riusciti a vedere gli incontri. Fabio di Milano: "Mi sono fatto 150 km e una volta davanti all'ingresso è arrivata la doccia fredda: i tagliandi erano stati invalidati... praticamente sul momento"

A Torino, non si placa la polemica per la questione dei biglietti venduti per le Atp Finals di tennis ancora in corso, e in seguito annullati a causa della decisione del Cts. Alla vigilia degli incontri, per riassumere il 'fattaccio', si è stabilito cioè di ridurre la capienza dell'impianto al 60%, per l'emergenza sanitaria ancora in corso. Ieri, davanti al Pala Alpitour, in un clima di sconforto e di dispiacere, un centinaio di persone - che non sono riuscite a entrare dopo essersi viste annullare il ticket d'ingresso - hanno inscenato anche una piccola  protesta. Ma non è stata una tantum. Il malcontento e la tensione in questi giorni, agli ingressi del palazzetto, si tagliavano a fette. 

La modalità dell'annullamento. Casuale?

Il fatto che più ha fatto imbestialire i tifosi è la modalità, in effetti tutt'altro che chiara, con cui i biglietti sono stati annullati: alcuni hanno effettuato l'acquisto due anni fa e non sono riusciti ad assistere ad alcun match, mentre magari non ha avuto problemi chi il tagliando lo ha comprato last minute, pagandolo anche a prezzi raddoppiati. E siccome la cronologia di acquisto non sembrerebbe essere stata presa in considerazione, viene da pensare che i biglietti annullati siano stati scelti del tutto 'a caso'.

"Vorrei sapere con quale criterio sono stati scelti i biglietti per la partecipazione alle Atp - ha commentato la signora Maria Luisa, di Torino, una delle tante persone i cui biglietti sono stati validati per la giornata di ieri, giovedì 18 novembre, ma annullati per la finale di domenica prossima -. Il mio biglietto acquistato a novembre 2020 é stato escluso ed era uno di quelli messi in vendita già prevedendo eventuali future restrizioni. Molti miei conoscenti i biglietti li hanno acquistati molto più tardi, sempre per la finale, e glieli hanno validati. Abbiamo diritto a delle spiegazioni, io come tanti. È vergognosa la gestione al riguardo..."

Ulteriore danno per chi arriva da lontano

E se per chi vive a Torino o dintorni c'è stata delusione, per chi viene da lontano, oltra alla beffa si è verificato anche il danno. Famiglie, gruppi di amici e addirittura comitive che hanno preso ferie per tempo, prenotando (e pagando), treni, aerei e hotel, per poi arrivare qui e non riuscire nemmeno a entrare. I più fortunati infatti hanno ricevuto almeno un'email di preavviso qualche giorno prima, ma molti non sono stati avvertiti e solo una volta davanti al palazzetto hanno appreso la pessima notizia. A Fabio, di Milano, è successa ancora una cosa diversa: "Mia moglie mi aveva regalato due biglietti acquistati lo scorso aprile - ha spiegato, chiaramente furioso - e qualche giorno fa, dopo aver aver verificato online, secondo la procedura inviata in un'email dall'organizzazione, che i ticket non fossero stati annullati, sono partito tranquillo e mi sono fatto 150 km (300, andata e ritorno, ndr) per raggiungere Torino. Una volta davanti all'ingresso del palazzetto però è arrivata la doccia fredda: i tagliandi erano stati invalidati...praticamente sul momento". 

A nulla sono valsi i tentativi di Fabio e di altre centinaia di persone lì davanti al Pala Alpitour, di riuscire a entrare. L'arrabbiatura è stata grande, ma non hanno potuto che ritornare sui loro passi e dirigersi verso casa: "Nella fase d'acquisto - ha aggiunto ancora Fabio - era specificato che avrebbero potuto esserci limitazioni causa pandemia: in quel caso però era anche stato chiarito che sarebbe avvenuto un sorteggio dei biglietti in base alla data d'acquisto". Criterio che a quanto pare, stando alle diverse testimonianze, non è stato rispettato anche se Atp sul suo portale web ha tenuto a fare alcune precisazioni.    

Le spiegazioni sul sito Atp 

Sul sito delle Atp Finals, a proposito del caso dei biglietti annullati, è comparso nelle ultime ore un comunicato ufficiale che spiega come il discorso della capienza al 60%, limite stabilito dal Cts, si riferisce non a quella totale dell'impianto ma ai singoli settori. Per questo motivo, spiegano a proposito del criteri adotatti per invalidare i tagliandi, "può capitare che l'annullamento riguardi anche biglietti emessi molto tempo fa, in quanto validi, per settori che sono andati rapidamente più a ruba".  Atp nella nota, chiarisce poi che "la Federtennis rimborserà integralmente i biglietti che non sono rientrati nel 60% concesso. I rimborsi saranno automatici e non sarà necessario effettuare alcuna richiesta".

Certo andrà peggio a chi arriva da lontano - da Milano, Roma, ma anche dall'estero - : all'amarezza per non aver assistito all'evento del cuore, alla scocciatura per essersi veduti sottrarre inutilmente del tempo organizzato con leziosità - si sa, di questi tempi - in anticipo per far quadrare ogni tipo di impegno quotidiano, si aggiungono infatti anche le spese per il viaggio e per il soggiorno, che non saranno recuperate in alcun modo.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biglietti annullati alle ATP: lo sfogo dei tifosi rimasti fuori dal PalaAlpitour, tra rabbia e proteste

TorinoToday è in caricamento