Salone del Libro, code infinite: taglio del nastro per pochi intimi

La coda infinita per giornalisti, insegnanti e operatori professionali

Non parte bene la prima giornata del Salone del Libro. Alle 10.45 è in programma il taglio del nastro con le istituzioni politiche cittadine presenti, peccato che i media in coda per assistervi forse non entreranno mai. Non quelli che sono arrivati dopo le 9.30. Solo per accedere ai semplici controlli di sicurezza infatti, giornalisti, relatori, insegnanti e operatori professionali hanno dovuto affrontare, e stanno ancora affrontando, la medesima corsia, quella che dovrebbe essere preferenziale per accedere poi allo sportello accrediti.

Riuscire ad entrare nei padiglioni del Lingotto e alla Sala Gialla dove si svolgerà l'inaugurazione in presenza di Roberto Fico, Maria Elisabetta Casellati, la sindaca Appendino e delle autorità cittadine. Un'Odissea che ogni anno si ripete ma che stavolta sembra essere ancora più in alto mare. Cori di lamentele, qualche parolaccia e molto malcontento serpeggiano tra la folla che ormai, ad assistere al taglio del nastro, ci ha messo la pietra sopra. Pensare che alla Fiera del Libro di Francoforte, dove ogni anno entrano 280mila persone, situazioni di questo tipo non si verifichino mai.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anche in tangenziale arrivano velox: ecco dove verranno posizionati

  • Tragedia in ospedale: neonata muore mezz'ora dopo la nascita

  • "Da domani la strada sarà piena di veleno per i vostri cani" e i residenti insorgono sul web

  • Doppia scossa di terremoto a mezz'ora l'una dall'altra: avvertite dalla popolazione

  • Fine corsa per il pirata della strada, la sua auto era in carrozzeria: arrestato

  • Scontro violento fra auto: i vigili del fuoco estraggono due ragazze dalle lamiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento