Animali

Il governo polacco introdurrà la pensione per cani e cavalli poliziotto

In Polonia il governo ha deciso di introdurre la pensione per cani e cavalli poliziotto

I cani poliziotto sono una risorsa molto importante per le forze dell’ordine, sono in grado di localizzare i sopravvissuti negli edifici crollati, individuare gli esplosivi e possono mettersi sulle tracce dei fuggitivi. Lo sa bene il governo polacco che ha deciso di ricompensare il loro duro lavoro, e quello dei cavalli poliziotto, con un disegno di legge che prevede per loro una pensione.

L’importanza della pensione a cani e cavalli poliziotto

I cani o i cavalli poliziotto, ognuno con il suo talento, hanno dedicato tutta la vita alle forze armate in cambio di affetto da parte dei loro addestratori, ma per loro i problemi iniziano quando arriva il momento di lasciare il lavoro

Il conduttore di cani da fiuto Pawel Kuchnio, che lavora nella polizia di Varsavia, afferma che una volta in pensione i pelosi hanno bisogno di molte cure mediche costose per affrontare i disturbi alle articolazioni sottoposte a stress dopo una vita in servizio. Solo una pensione garantirebbe loro il denaro sufficiente per curarsi. 

A seguito di numerosi appelli, il ministro dell’interno Mariusz Kaminski, ha deciso di sostenere il progetto di legge, destinato a diventare un obbligo morale che di sicuro otterrà il sostegno unanime del Parlamento.

Il ministro, infatti riconosce che l’intervento dei cani e dei cavalli ha salvato molte vite umane o permesso di catturare pericolosi criminali. 

Cosa otterranno i pet

In Polonia ogni anno va in pensione circa il 10% degli animali e molti di questi sono pastori tedeschi o belgi. La nuova legge interesserà circa 1.200 cani e più di 60 cavalli attualmente in servizio. Oltre a garantire un sostegno finanziario, la nuova legge darebbe ai conduttori, secondo una regola non scritta, la priorità nel tenerli con loro prima che vengano dati in adozione.

Attualmente i cavalli vengono accolti in centri di rifugio sostenuti da donazioni pubbliche. Ad esempio Slawomir Walkowiak, un ex poliziotto che si prende cura di cani e cavalli in pensione nell'unico rifugio presente in Polonia, "The Veterans Corner", afferma che i pagamenti regolari dello Stato aiuterebbero a saldare le bollette. All’interno del rifugio ci sono tante storie che meritano di essere conosciute, come quella di Hipol, un cavallo di circa 20 anni quasi cieco che avrebbe scarse possibilità di sopravvivere in una stalla normale.

I cani poliziotto invece vengono spesso adottati ricevono spesso dai loro proprietari compiti che non sono adatti alle loro competenze. Sono in molti, infatti, ad adottarli come guardiani di fattorie o altre proprietà, situazioni che possono non farli sentire a loro agio.

Con questa legge, i cani e i cavalli che hanno lavorato per lo Stato e svolto il loro compito con grande dedizione potranno vivere felici, immersi nel verde e avere tutte le cure di cui hanno bisogno e che meritano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il governo polacco introdurrà la pensione per cani e cavalli poliziotto

TorinoToday è in caricamento