Rsa anni azzurri “cit turin” senza contagi: “Mai abbassare la guardia”

Gabriella Ricco, Direttore della RSA: “Abbiamo effettuato i tamponi a tutti i 121 ospiti che abbiamo in struttura e tutti sono risultati negativi al tampone”.Disagio dei “nonnini” nei confronti delle videochiamate? “Macché! Sono stati incuriositi e molto interessati. E poi hanno potuto fare degli autentici “giri virtuali” nelle case dei figli e vedere i propri nipoti”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

L’attenzione ad ogni aspetto legato alla sicurezza ed alla protezione hanno sortito gli effetti sperati. “Ma certamente non ci sentiamo immuni. Con questo virus mai abbassare la guardia”. A dirlo è il Direttore della RSA Anni Azzurri Cit Turin di Torino, Gabriella Ricco, che evidenzia come la struttura nel cuore di Torino sia attualmente “covid free” e non abbia fatto registrare contagi. “Abbiamo effettuato i tamponi a tutti i 121 ospiti che abbiamo in struttura e tutti sono risultati negativi al tampone”.

Attenzione quasi maniacale, dunque, per l’Rsa che sorge nel cuore di Torino. Se le attenzioni nei confronti di accessi, percorsi in sicurezza, igienizzazioni, dotazione di dispositivi di protezione individuali, sono state molto elevate, non inferiori le attenzioni che l’Rsa torinese ha avuto in termini di calore umano e nei confronti della relazione degli ospiti con i propri familiari. “Una volta chiusa la struttura – continua la Ricco – ci siamo subito posti l’interrogativo di come sopperire alla mancanza delle visite dirette dei familiari e abbiamo ben presto attivato un sistema di videochiamate. Il bello è stato che con il nuovo sistema i nostri nonnini, che avrebbero potuto anche essere frenati dalla tecnologia e da una strumentazione con cui non hanno dimestichezza, sono stati invece fortemente incuriositi e molto interessati. La videochiamata ha inoltre consentito di proiettare virtualmente fuori dalla struttura i nostri ospiti che sono entrati nelle case dei loro familiari, figli, nipoti”.  

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento