Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Italiana e vittima del compagno, il Comune traccia il profilo della donna vittima di violenza

Nella maggioranza subisce in casa

 

È italiana e ha subito violenza in ambito domestico dal proprio partner o dall'ex. Se dovessimo fare un identikit della donna che ha subito violenza a Torino e provincia sarebbe questo. A dirlo sono i dati daccolti dal Coordinamento Contro la Violenza sulle Donne che sono stati presentati da Marco Giusta, assessore ai Diritti del Comune di Torino. 

Si tratta di numeri che dietro hanno una storia che è stata seguita da uno dei centri antiviolenza del territorio provinciale torinese. In totale sono 24 i centri che aderiscono al Coordinamento Contro la Violenza sulle Donne.

I numeri fanno riferimento al lavoro svolto nel 2018: in totale sono state raccolte 1115 schede, un numero in crescita rispetto al 2016 in cui i casi erano stati 822 e rispetto al 2017 in cui i casi erano stati 943. Il 46% delle donne in questione risiede a Torino. Il 25% delle donne che si sono rivolte ai centri antiviolenza ha un'eta inferiore o uguale ai 30anni; il 62% sono donne italiane, il 38% straniere – con una prevalenza (oltre il 70%) di donne extracomunitarie; l’86% ha subito violenza psicologica, il 73% fisica, il 40% economica, il 28% sessuale e il 27% stalking.

Il dato più significativo però rimane quello che riguarda l'autore della volenza: l'80% delle violenze è esercitato in casa e il 95% degli aggressori sono partner o ex partener. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento