Uno stormo di droni che dipinge su Torino, l'opera d'arte collettiva aperta a tutti

Il progetto "UFO"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Si chiama "UFO", ma la sigla non si riferisce ai dischi volanti, bensì a una "Urban Flying Opera", un'opera urbane volante che vedrà il cielo di Torino solcato da uno stormo di droni che dipingerà su Torino una tela gigante su cui saranno riprodotti i disegni fatti da chiunque in ogni parte del mondo, tramite un'app.

Tutto comincia dall'app di UFO, tramite la quale chiunque può condividere un proprio disegno sul tema “Design the City”. I disegni verranno poi raccolti e selezionati da un gruppo di curatori, fino a formare un’unica grande opera collettiva. Infine, a maggio 2018, una flotta di droni prenderà il volo in una piazza di Torino, per andare a comporre, su un’enorme tela pubblica, il risultato della creatività collettiva.

Sulle questioni tecniche, da esperti di droni, gli organizzatori di quest'opera urbana che volerà su Torino spiegano: 

Da droni a pittori, il passaggio non è così semplice! Come siamo riusciti a trasformarli?

I droni di #UFOtorino sono stati dotati di una coppia di sensori di prossimità per determinare il corretto orientamento del sistema di spraying verso la tela. Per quanto riguarda il volo, ogni spostamento aereo deve essere concepito in relazione al disegno da realizzare, un po’ come la traiettoria tracciata dalla mano di un pittore che regge un pennello. Per questo abbiamo integrato il sistema di controllo del volo con un sistema di localizzazione sviluppato con l’Istituto Superiore Mario Boella - ISMB, basato sulla tecnologia ultra-wideband e in grado di offrire un’accuratezza fino al di sotto dei 5 cm.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale www.ufotorino.com

Potrebbe Interessarti

  • Bomba di grandine sulla città: strade allagate e rami caduti in centro

  • Automobilisti bloccati dai ciclisti che urlano: “Non arrabbiatevi, aprite gli occhi”

  • I droni non scaldano piazza Vittorio: lo spettacolo inizia in ritardo e 10.000 spettatori meno del previsto

  • Pioggia e grandine su mezza provincia, serata di allagamenti e disagi

Torna su
TorinoToday è in caricamento