Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Protesta delle mamme: "Troppi stranieri hanno il sussidio scolastico. Prima gli italiani"

 

"Il sussidio allo studio è un diritto di tutti. No alle graduatorie che penalizzano gli italiani". Un gruppo di mamme torinesi questa mattina si sono radunate davanti alla sede della Regione Piemonte che si trova in piazza Castello per protestare contro i criteri di ammissione alle graduatorie per l'accesso ai voucher scuola. 

Si tratta di contributi che possono arrivare fino a 600 euro circa e che le famiglie dovrebbero utilizzare per acquistare materiale scolastico. Le mamme, con il sostegno di Casapound, hanno organizzato il presidio per denunciare il fatto che la dichiarazione dei redditi e dei patrimoni di molte famiglie formate da stranieri non può essere verificata. 

Matteo Rossino, responsabile per Casapound di Torino e provincia, ha spiegato che alcuni comuni italiani, Todi è uno di questi, hanno approvato atti amministrativi attraverso i quali richiedono alle famiglie straniere che vogliono accedere a un sussidio un ulteriore documento emesso dal loro Paese di origine che attesti se questi all'estero abbiano proprietà. 

Potrebbe Interessarti

  • Coppia fa sesso davanti all'ospedale Oftalmico, in pieno centro città: video

  • Cuoco uccide il giardiniere a coltellate: gli istanti dopo l'omicidio

  • Risse, strattoni e urla in mezzo alla strada: i tossici mettono in subbuglio il lungo fiume

  • Donna si lancia dalla finestra mentre la polizia sgombera la palazzina: video

Torna su
TorinoToday è in caricamento