Zoom dice stop: addio al bioparco di Torino

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Non si farà più il bioparco nell'ex zoo di parco Michelotti, a Torino. Dopo mesi di discussioni, polemiche, proteste, i vertici di Zoom, la società che gestisce il parco di Cumiana che nel giugno del 2016 si era aggiudicata l'appalto per la gestione dell'area, hanno deciso, d'intesa con il Comune di Torino, di rescindere consensualmente la procedura. Al suo posto sorgerà un'area verde e pubblica con giochi per i bambini. Difficoltà insormontabili commentano da Cumiana, che hanno fatto decadere i presupposti imprenditoriali per la realizzazione dell'opera. Di fatto sono tre i motivi che hanno fatto naufragare il progetto, a cominciare dalla valutazione d'impatto ambientale prospettata dal Comune per la quale Zoom avrebbe dovuto farsi carico di una spesa troppo alta per considerare aspetti quali l'inquinamento atmosferico e acustico, il monitoraggio di fauna e flora. Poi ci sono state le tante proteste delle associazioni animaliste con raccolte firme e la presentazione di un ricorso al Tar, respinto una prima volta ma in attesa di appello. Infine la questione sicurezza: l'area è stata più volte presa come dimora da clochard e migranti irregolari, una presenza che avrebbe complicato non poco i lavori. Da qui la decisione di non proseguire nel progetto.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (17)

  • vorrete mica che Edda perda i suoi fornitori? ricordo che i sinistri predicano da anni la liberalizzazione delle droghe per potersi finalmente fare senza più rischiare.

  • E' meglio non sprecare soldi dei nostri Santi e pazienti contribuenti, almeno quelli che pagano le tasse, compriamo dei beni di consumo alimentari e medicine da banco, da distribuire a nostri amati anziani sempre più poveri a causa dei vitalizzi arraffati dai politici e dalle pensioni d'oro rubati all'erario da una minoranza di burocrati e sindacalisti, il Signore ci aiuti a vincere questa immensa ingiustizia.

  • vedere animali in gabbia o barboni al freddo non rende onore a torino...adesso si inizi con riqualificazione dell' area con tanto verde per farci respirare aria migliore

  • Bella fregatura , potevano esserci dei posti di lavoro in più e la zona rivalutata e pulita dal degrado . Ora la faranno di nuovo da padroni spacciatori ed altri delinquenti . Complimenti agli animalisti , vergogna !

    • Si trovassero un posto di lavoro in fabbrica invece di lucrare sugli animali,e pensassero prima di fare figli al fatto che per mantenerli dovranno comprare la roba cinese al lidl e l hamburger con la carne del 1950 da merdonald

      • Scommetto che lei sig.ra Edda viaggia solo in bicicletta ed usa i mezzi pubblici , oppure con la sua auto ammorba l’aria torinese ? Visto che fa tanto la moralista .... quindi dalle sue affermazioni si deduce preferisca che l’area in oggetto sia sotto il controllo di spacciatori e tossici . La carne del McDonald viene fornita dal gruppo Cremonini , società italiana non dica cose che non conosce prima di gettare fango . Lei evidentemente è una di quelle che mangia il tonno ma difende i delfini ..... classica ipocrisia .

  • Meno male! Nel 2017 ancora gli animali nelle gabbie,per permettere a 4 subumani di vederli. La natura e gli animali da sempre sono quelli che pagano il prezzo più alto su questo pianeta,ogni tanto un eccezione.

    • Brava edda , molto meglio un giardino pieno di tossici , spacciatori ed altra fauna umana di primo livello . Ma vai a c.....,

      • concordo con Te; quanta ipocrisia e mancanza di spirito pratico. Magari Edda avrà avuto modo di fare in safari e avrà visto leoni e altri animali ma...e per quei bimbi che forse mai potranno farlo???

        • Quindi secondo il tuo ragionamento e quello del tuo collega qua sopra per mandare via spacciatori e degrado bisogna mettere gli animali in gabbia e aprire uno zoo?? Fantastico! Dei geni! Non sarebbe meglio che i genitori dei bambini che giocano in quel parco,si incazzassero,tirassero fuori gli attributi e scendessero con i bastoni a rompere le teste degli spacciatori e degli ubriaconi che molestano i bambini?? Altro che ipocriti! Pusillanimi

  • viva gli animalisti!!quando è Pasqua?????????????????

  • Complimenti agli animalisti. Avete fatto una bella cazzata per Torino.....????????????????????????????????????????????????????????????????

  • Ma va, almeno i bambini potranno imparare un lavoro redditizio...lo spaccio

  • E a fare la guardia all'area verde per bambini difendendola da clochard, immigrati e spacciatori ci andranno poi le associazioni animaliste?

    • non hai capito nulla! ci andrà EDDA! ????????????

    • ahahaha concordo. Divertente, diciamo così, prendere atto che secondo i vari siniѕtrоnzі la presenza di individui che commettono reato, costituisce motivo suffіciente a preclude l'espletamento di un progetto urbano. Come dire: poverini ci sono barboni e clandestini lì; che facciamo, li cacciamo via? E poi dove vanno? In uno stato di diritto la questione sarebbe: ci sono barboni e clandestini, li individuo e li allontano (dalla zona o dal Paese) e riqualifіco la zona e la sorveglio per PROIBIRE ed evitare che questi sbandati la frequentino e la deturpino. Ma l'Italia non è (più;) uno stato civile, anche grazie a questa gente ed i loro deliri mentali.

      • Concordo a mia volta....!

Potrebbe Interessarti

  • Video

    Maestra licenziata: "Ho detto 'Dovete morire', ma non era un augurio. È il destino di tutti"

  • Video

    Matteo Salvini: "A Torino ci sono quartieri difficili, lavorerò per renderli più vivibili"

  • Video

    Il motociclista vede una pattuglia e scappa, fermato in diretta: il video

  • Video

    Morte di Artur Cacciolari: il racconto di chi per primo ha provato a salvarlo

Torna su
TorinoToday è in caricamento