Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arrestati due pusher, avevano il controllo dello spaccio di crack e cocaina nelle vicinanze dello stadio

A marzo era stata scoperta la loro base operativa

 

Avevano il controllo dello spaccio di crack e cocaina nel quartiere Santa Rita, a cavallo tra lo stadio Grande Torino, corso Agnelli e corso Unione Sovietica. Non avevano interrotto la loro attività criminale neppure durante la quarantena. A finire in manette, a metà maggio 2020, due senegalesi, di cui uno minorenne. 

Nonostante le strade fossero vuote e lo stadio non ospiti ormai da più di due mesi alcuna partita, loro continuavano a spacciare in zona Santa Rita. Per nascondere la droga utilizzavano contenitori della raccolta degli abiti usati.

Ad allertare i carabinieri sono stati i residenti della zona con le loro numerose segnalazioni. Da qui le indagini. I due erano organizzati addirittura in turni predefiniti che coprivano la piazza di spaccio dalle prime ore del pomeriggio alla tarda notte. I militari sono anche riusciti a individuare i posti dove i due nascondevano crack e cocaina riuscendo a sequestrare ben 130 dosi. 

I due avevano base operativa, che era stata scoperta a marzo, in Barriera di Milano dentro un appartamento che era stato trasformato in un laboratorio per la produzione e il confezionamento della droga. I due sono stati arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento