Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Promuovere la lettura divertendosi, la sfida di Sante che si è reinventato "BookPostino"

All'inizio consegnava libri a domicilio in bicicletta

 

Dalle letture a domicilio per chi ha perso la vista o non l'ha mai avuta, passando per il festival di letteratura di frontiera che si terrà questo inverno a Bardonecchia, arrivando ai tanti eventi di promozione dell'editoria indipendente torinese. Sono tante le iniziative che da tre anni a questa parte porta avanti il BookPostino di Torino, all'anagrafe Sante Altizio. 

Tutto ha inizio nell'estate del 2016 quando compare sui social network questo strano personaggio che in sella alla propria bicicletta portava a casa dei lettori i libri che desideravano leggere: "Lavoravo come Amazon, sostanzialmente ero un libraio senza una libreria fisica. Ricevevo degli ordini via mail e io gli portavo il libro a casa in bicicletta. Oggi invece siamo soprattutto un'associazione culturale che finalizza la propria attività alla promozione della lettura". 

Che tipo di attività? "Tutti i mesi presentiamo un autore torinese del mondo dell'editoria indipendente, quelli che hanno poche occasioni per farsi conoscere. Un'altra attività sulla quale stiamo lavorando è la lettura a domicilio per ipovedenti gestita da un'attrice, Carla Carucci, che ha dato la sua disponibilità per andare a casa delle persone che hanno difficoltà a leggere e scegliere con loro un libro e leggerglielo. Infine "Libri di frontiera" il progetto che porteremo avanti a Bardonecchia che è un luogo molto particolare perché è di villeggiatura, ma anche un passaggio per i migranti che vanno in Francia. Noi vorremmo provare a presentare libri e parlare di immigrazione". 

"In questo Paese ci sono tante persone che leggono libri, ma tantissimi che non leggono nulla e cercare di convincere chi non legge di aprire un libro o un giornale è complesso. Noi ci proviamo con la buona volontà e con la nostra esperienza. Proviamo di creare eventi easy, ma che siano farciti di contenuti alti" - conclude Sante Altizio, il BookPostino di Torino. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento