Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sanità, il pasticcio dei dati: il trasferimento non funziona e i cittadini risultano senza esenzione

Il problema sorto durante la fase di sostituzione del sistema informatico dell’ASL

 

A segnalare il problema è stato Silvio Magliano, consigliere regionale molto vicino ai temi della disabilità e del volontariato: sarebbero stati persi numerosi dati dei beneficiari delle esenzioni. In molti sono stati invitati a recarsi di persona all'ASL per fornirli nuovamente. Si tratta però di persone con disabilità o con gravi patologie.

Ma come si è arrivati a questo punto? Il problema sarebbe sorto durante la fase di sostituzione del sistema informatico dell’ASL. Sarebbe quello il momento in cui molti dati non sarebbero stati trasferiti da un database all’altro con il risultato che i cittadini titolari di agevolazioni sui farmaci o di altra natura sono costretti a presentarsi di persona presso gli sportelli per la conferma del proprio diritto alle agevolazioni stesse.

"A molti cittadini non è stata riconosciuta l'esenzione. Questo è un problema enorme. Non può essere il cittadino a doversi ri-recare all'ASL per farsi certificare una cosa che gli spetta da tempo. Pare che i medici di famiglia stiano chiedendo ai cittadini di fare nuovamente la certificazione della loro esenzione, ma questo crea un problema enorme a gente che già fa fatica a uscire di casa e lo fa magari solo per le cure", ha dichiarato Silvio Magliano, consigliere regionale dei Moderati. . 

"Noi chiediamo che sia Regione a risolvere il problema. Non sappiamo quanti di questi dati siano migrati da un database all'altro, ma ci auguriamo che quei database non siano andati persi e che quindi basti una semplice importazione per risolvere il problema", ha concluso Silvio Magliano, consigliere regionale dei Moderati. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento