Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Stoccaggio illecito di rifiuti e ricettazione di scope elettriche, denunciati moglie e marito

 

Avevano stoccato nel proprio deposito 500 tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi senza rispettare le prescrizioni previste in materia di quantità, smaltimento e sicurezza antincendio.

Nel mirino dei carabinieri della stazione di Leini - che hanno operato insieme agli agenti del nucleo operativo ecologico e a quelli del nucleo investigativo di polizia ambientale agroalimentare e forestale - è finita una società che effettua trasporto, stoccaggio, cernita, trattamento e smaltimento di qualsiasi rifiuto industriale e che ha la propria sede operativa a Piobesi Torinese. Questa è specializzata nell’avvio al recupero di ogni tipologia di carta e cartone, in territorio europeo ed extra europeo.  

A finire nei guai sono stati un uomo e una donna, marito e moglie, che sono risultati essere amministratore delegato e socia della società. I due sono stati  denunciati, a vario titolo, per inosservanza delle prescrizioni nella gestione dei rifiuti e gestione illecita di rifiuti. 

Inoltre a loro carico anche il reato di ricettazione perché nel deposito sono state trovate 128 scope elettriche di dubbia provenienza. All'operazione hanno partecipato anche

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento