Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intesa Sanpaolo investe su Piazza San Carlo: qui nascerà un enorme polo museale

Il cantiere durerà un anno e mezzo

 

Un anno e mezzo di cantiere a partire dalle autorizzazioni e poi Piazza San Carlo avrà un museo in più e, a detta di chi lo sta realizzando, sarà anche parecchio suggestivo. 

Stiamo parlando del progetto che questa mattina, martedì 14 gennaio, Intesa Sanpaolo ha presentato al pubblico. Si tratta di un museo, incentrato sull'immagine e sulla fotografia, che verrà realizzato nella sede storica dell'azienda a Torino che si trova a Palazzo Turinetti in Piazza San Carlo: "Siamo in un palazzo storico che metterà insieme una parte conosciuta e una riscoperta. Si offriranno spazi nuovi, migliaia di metri quadri. Sarà uno spazio che toglierà il fiato", racconta Michele Coppola, direttore Arte, Cultura e Beni Storici di Intesa Sanpaolo. 

In totale il museo sarà composto da cinque livelli, tre sotterranei e due livelli tra il piano terra e quello nobile, per un totale di 7.000 metri quadri. Non si conosce la portata dell'investimento economico di Intesa Sanpaolo.

Questo museo si inserirà tra le Gallerie d'Italia di Intesa che al momento sono tre e sono a Milano, Napoli e Vicenza: "A Torino abbiamo il grosso della nostra storia, ma non avevamo una sede museale. La faremo in Piazza San Carlo nello splendido palazzo Turinetti senza toccare la parte aerea dell'edificio. Utilizzeremo il cortile interno e scaveremo per ricavare questo splendido museo", racconta il presidente di Intesa Gian Maria Gros-Pietro. 

"Questo passaggio rappresenta il completamento di un investimento forte su questa città dove. Intesa oltre a essere il primo datore di lavoro nel territorio piemontese, a dare occupazione a oltre 3.000 persone in città e ad aver realizzato il grattacielo, valorizzerà il più bel punto di Torino con una delle cose più importanti che facciamo nel gruppo che sono le attività culturali", ha concluso Carlo Messina, CEO del Gruppo. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento