Piazza Baldissera, mobilitazione per il sottopasso e timori per la chiusura di via Cecchi

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

È oggetto da mesi di proteste e qualcuno ha anche pensato in proprio a un progetto per trovare una soluzione immediata al caos; adesso c'è anche una petizione ufficiale. A presentarla è Carmela Ventra, commerciante e residente di corso Venezia che negli ultimi anni ne ha viste veramente di tutti i colori. 

Insieme ad altre 2.500 persone ha deciso di chiedere al Comune di Torino di fare il sottopasso che risolverebbe il problema del traffico in piazza Baldissera. "Era previsto in uno dei primi progetti, ma poi nel tempo è sparito" - dice Carmela Ventra - "Adesso riapriranno corso Venezia e con tutta probabilità chiuderanno via Cecchi. Io mi auguro che così non sia perché quella è una via già depressa e chiuderla vorrebbe dire ghettizzarla". 

"Io credo che si debba riaprire corso Venezia, ma sfruttando una corsia di marcia per fare parcheggi. Così facendo ridurremmo il traffico in piazza Baldissera e risolveremmo il problema dei parcheggi in zona. Per risolvere il problema della piazza il sottopasso sarebbe la soluzione giusta" - ha concluso Carmela Ventra. 

Potrebbe Interessarti

  • Bomba di grandine sulla città: strade allagate e rami caduti in centro

  • Automobilisti bloccati dai ciclisti che urlano: “Non arrabbiatevi, aprite gli occhi”

  • Pioggia e grandine su mezza provincia, serata di allagamenti e disagi

  • Torino Pride 2019, Luxuria: "Non è una carnevalata, chi lo dice offende migliaia di cittadini"

Torna su
TorinoToday è in caricamento